Incontro Eni, Ruggeri e Bacci: “Attenzione comune per questa realtà importante”

Mediagallery

Un incontro partecipato quello che si è svolto questo pomeriggio al Circolo Arci di Stagno tra Marco Ruggeri, candidato sindaco di Livorno, Lorenzo Bacci, candidato sindaco di Collesalvetti, lavoratori e rappresentanze sindacali del polo Eni di Livorno. “Abbiamo voluto con forza realizzare questo incontro insieme per far capire che da parte delle due future amministrazioni ci sarà un attenzione comune per questa realtà produttiva fondamentale; vogliamo porci come un unico interlocutore, un unico soggetto a cui rivolgersi e che per questa azienda si muove congiuntamente con gli stessi obiettivi. Per quanto riguarda il futuro dell’azienda, dobbiamo realizzare una rete insieme con altri sindaci che amministrano territori dove ci sono raffinerie Eni per aprire un fronte anche col Governo e chiedere tutti assieme chiarimenti sulle strategie da mettere in campo”, spiegano i due candidati.

“L’area Livorno Collesalvetti ha toccato picchi di disoccupazione altissimi, se da una parte dobbiamo creare le condizioni per nuovi insediamenti produttivi, dobbiamo fare il massimo per consolidare le realtà importanti che già abbiamo: l’Eni è una di queste e siamo qui entrambi proprio perché sappiamo di avere a che fare con un bene prezioso per il nostro territorio e che per preservarlo e valorizzarlo i confini municipali non bastano più. – ha detto Ruggeri –Dobbiamo capire che tipo di mandato verrà affidato al nuovo amministratore delegato, se l’idea di portare la raffinazione in luoghi prossimi all’estrazione e di spostarla dal territorio nazionale verrà, come spero, abbandonata definitivamente: se Eni non investe nel suo paese allora il suo paese non ha più ragione di investire in Eni, che senso ha che il Governo tenga le azioni di Eni se poi non genera lavoro nel territorio nazionale? Per questo dobbiamo aprire una rete insieme con altri sindaci che amministrano territori dove ci sono raffinerie Eni per chiedere tutti assieme quale sarà il futuro dell’azienda”.

“La più grande novità di questa fase politica e elettorale penso che sia proprio il fatto che finalmente si ragioni su dinamiche territoriali e quest’iniziativa vuole proprio dare un segnale forte in questo senso: la raffineria è in parte sul territorio di Livorno e in parte su quello di Collesalvetti ed è quindi un esempio fondamentale di come poter guardare le cose in maniera diversa rispetto al passato. – ha spiegato Bacci – Lavoreremo insieme a un piano strutturale condiviso e su strategie comuni per favorire il lavoro in tutta l’area Livorno Collesalvetti. Il polo Eni quindi diventa un punto di riferimento fondamentale che dobbiamo non solo difendere ma anche rilanciare, questo è l’impegno che oggi vogliamo prendere insieme e che porteremo avanti come un unico soggetto a livello locale proprio per avere ancora più peso e consapevolezza. Nel 2010 abbiamo condotto una battaglia per mantenere la presenza fondamentale di Eni qui, ora c’è un territorio intero che è consapevole dell’importanza di questo presidio e con forza può lavorare tutto insieme per il mantenimento dell’industria esistente e l’apertura a nuovi insediamenti”.

Riproduzione riservata ©