Elezioni, anche Amadio scende in campo: “Spronata da migliaia di cittadini”

Ora il centrodestra propone tre candidati. Oltre alla new entry Amadio, Costanza Vaccaro (Ncd) e Elisa Amato Nicosia (Fi)

Mediagallery

di Roberto Olivato

Un fiume in piena Marcella Amadio nel corso di un’affollata conferenza stampa di questa mattina in cui ha presentato la sua candidatura a sindaco di Livorno della coalizione formata da Fratelli d’Italia-An, Udc e Lega. Ora il centrodestra propone tre candidati. Oltre alla new entry Amadio, Costanza Vaccaro (Ncd) e Elisa Amato Nicosia (Fi). “La mia candidatura, invisa a molti, è supportata dal sostegno di migliaia di cittadini che mi hanno spronata a fare questo passo”.
Queste le prime parole dell’Amadio che ha anche ricordato come sino all’ultimo avesse sperato nella candidatura di Altero Matteoli “uomo del territorio ed esperto politico”.
Prima di farsi avanti, la consigliera comunale di Fratelli d’Italia, assieme all’Udc ed alla Lega, aveva cercato di creare un fronte comune di centro destra da opporre al centro sinistra: “Avevo proposto delle primarie, ma la riluttanza di Forza Italia non permise questa possibilità, molto probabilmente perché avevano paura dell’Amadio’’.
Quali sono le caratteristiche di un candidato o candidata a sindaco? “Innanzitutto la professionalità. In politica non esiste l’improvvisazione, ci vuole preparazione bisogna conoscere la differenza fra un’interpellanza o un’interrogazione, fra un ordine del giorno ed una mozione. Nozioni che si apprendono vivendo e presenziando il Consiglio Comunale per anni, come ha fatto la sottoscritta. Inoltre deve essere una persona radicata sul territorio,conosciuta e stimata dal corpo elettorale”.
Queste sue osservazioni sono indirizzate a qualcuno in particolare? “Più che osservazioni sono constatazioni. Pur rispettando la professionalità della professoressa Elisa Amato, non posso riconoscerle una tale esperienza politica da permetterle di poter fare il sindaco di questa città, ma Forza Italia ha puntato su di lei a prescindere. Questo la dice lunga sulla convinzione del partito di Berlusconi di credere in una vittoria, ma c’è un’altra cosa da sottolineare e che farebbe inorridire il Cavaliere, tanto nemico dei “compagni”: sappiamo della creazione di un Listone dove assieme ai candidati di FI saranno presenti diversi nomi del Pd”.
Si parla di un voto sorpresa grillino anche a Livorno, cosa ne pensa? Io sono “grillina’’ da sempre, perché sono sempre stata con la gente e per la gente. Amadio è sempre stato sinonimo di movimentismo, a favore delle classi più deboli e quindi più emarginate della nostra città quando Grillo si limitava a calcare i palcoscenici”.

Dopo Marcella Amadio è intervenuto il segretario provinciale dell’Udc Luigi Coppola che, confermando la mancanza di volontà del centro destra a presentarsi unito in un’unica coalizione, ha sottolineato: “Abbiamo riscontrato l’interesse comune di Udc, Fratelli d’Italia e Lega nel presentarsi uniti contro il centro sinistra, a sostegno delle problematiche dei nostri concittadini. Il sostegno all’Amadio è un patto d’onore che rispetteremo per il bene di Livorno”.
L’intervento di Dolores Scotto Di Petra, commissario comunale della Lega, ha ribadito l’apprezzamento verso l’Amadio per le sue battaglie decennali a favore dell’ambiente, della casa e della famiglia. A chiudere il consigliere comunale dell’Udc Salvatore Capuozzo che riconoscendo anch’egli la caparbia professionalità dell’Amadio ha evidenziato i punti in comune fra Udc e Fratelli d’Italia per l’amministrazione di Livorno: “Ci accomunano l’annoso problema della casa, le difficoltà nel reperire posti agli asili, una carente assistenza domiciliare a persone non autosufficienti. Non dimentichiamo inoltre come siano in costante aumento le file alla Caritas, anche da parte di tanti elettori del Pd che nel partito, sempre più imborghesito, non trovano più risposte alle loro quotidiane esigenze”.

“Appoggeremo la candidatura a Sindaco di Marcella Amadio. Ottimo elemento e con un’esperienza politica pluriennale. Il suo modo di risolvere e risaltare i problemi dei cittadini sono sempre stati all’ordine del giorno e affrontati in prima linea con la gente e per la gente. Per questo sono pronto a dare il massimo supporto a Marcella, anche attraverso la mia candidatura”. E’ quanto dichiarato da Romeo Chierchia Segretario Generale della Confederazione Ciisa

Riproduzione riservata ©