Economia. Il Pd lancia “Accordo per Livorno”

di letizia

Mediagallery

Si intitola “Accordo per Livorno: per il rilancio dell’economia livornese” l’iniziativa organizzata dal Partito Democratico che si terrà lunedì sera alle 21 nella sede della Cna di via Martin Luther King, a cui prenderanno parte oltre al segretario della federazione Lorenzo Bacci anche Dario Parrini segretario del Pd toscano, Silvia Velo sottosegretario del ministero dell’ambiente, Gianfranco Simoncini assessore regionale al lavoro e il presidente della Provincia di Livorno Alessandro Franchi. All’incontro, come ha fatto sapere il segretario Bacci sono state invitati anche il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, tutte le forze politiche, i sindacati e le associazioni di categoria, rappresentanti di Confindustria, Camera di commercio, Interporto, Aeroporto di Pisa e Autorità Portuale di Livorno e al momento le presenze confermate sono quelle di Confindustria e Port Authority. Due giorni dopo, il 14, a Roma si svolgeranno due incontri importanti sul futuro dell’Eni e della People Care, ad aprire l’incontro saranno proprio i rappresentanti delle Rsu della raffineria e del call center di Guasticce. Quella di lunedì sarà la prima iniziativa promossa dal Pd dopo l’elezione di Lorenzo Bacci: “Ritengo che sia un appuntamento importante – ha affermato il segretario della federazione – per poter iniziare a discutere concretamente dell’accordo programmatico che le istituzioni del territorio livornese stanno approntando col ministero e con la Regione, credo che quest’incontro chiami a responsabilità non solo politici e istituzioni ma tutti, quindi mi appello alla città perché si faccia un reale sforzo di capire ciò che sta accadendo”. Di pari passo alle azioni concordate con la Regione e il governo secondo Bacci per migliorare le condizioni dell’economia del territorio si deve guardare alla reindustrializzazione dell’area livornese dove poter far nascere nuove aziende, alle infrastrutture e al porto: “Il Pd ha in mente quali sono le priorità sia se ci sarà un commissariamento sia se verrà scelto il nuovo presidente dell’Autorità Portuale: noi pretenderemo che chi verrà a Palazzo Rosciano abbia le competenze per poter garantire la partenza immediata del percorso già avviato, intendo anche per il Prp, non ci si può permettere di perdere altro tempo per far partire cose che dovevano essere già partite”. Sul porto è intervenuto anche Marco Ruggeri: “Senza l’approvazione del piano regolatore del porto da parte del Consiglio comunale non può essere fatto nulla né riguardo alla Darsena Europa né rispetto alle modifiche dell’accesso in porto, noi siamo sempre stati disponibili a discutere e a costruire un progetto per la città: io sarò disposto quindi ad andare incontro al sindaco se vedrò un diverso atteggiamento”. All’iniziativa di lunedì il Pd presenterà un documento che come ha spiegato Federico Mirabelli, capogruppo Pd in Provincia, ha l’obiettivo di “ mettere nero su bianco le nostre idee di ripartenza per l’economia livornese. Quale vestito si costruisce Livorno con questo accordo di programma? Noi daremo le nostre idee”.

Riproduzione riservata ©