Domenica 8 giugno si torna a votare. Ecco quanti seggi spettano a chi vince

Le operazioni di scrutinio avranno inizio dopo la chiusura della votazione, nella stessa serata di domenica

Mediagallery

Domenica 8 giugno i cittadini livornesi saranno chiamati nuovamente alle urne per l’elezione del sindaco. Infatti, a conclusione dello scrutinio effettuato a partire dalle ore 14 di lunedì 26 maggio, è risultato che al primo turno nessuno degli 11 candidati sindaco è riuscito a riportare almeno il 50% più uno dei voti espressi.
A sfidarsi al ballottaggio saranno dunque i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di consensi: Marco Ruggeri, della coalizione di centrosinistra, che ha riportato il 39,98% delle preferenze, e Filippo Nogarin del Movimento 5 Stelle, secondo con il 19,01% delle preferenze.
La proclamazione del risultato elettorale spetterà all’apposito Ufficio Centrale nominato dal Tribunale di Livorno e presieduto da un magistrato.

Apparentamenti – In occasione del secondo turno di votazione per la elezione del Sindaco e il rinnovo del Consiglio Comunale, ai sensi dell’art. 72, comma 7° del TUOEL, i candidati ammessi al ballottaggio possono dichiarare il collegamento (il cosiddetto “apparentamento”) con ulteriori liste di candidati rispetto a quelle dichiarate al primo turno. Tali dichiarazioni, per essere efficaci necessitano di convergenti, analoghe dichiarazioni, rese dai delegati delle liste interessate.
Queste dichiarazioni devono essere depositate alla Segreteria Generale del Comune in orario d’ufficio, nei sette giorni successivi al voto del primo turno, e comunque entro e non oltre le ore 14 di domenica 1 giugno 2014.
A tal fine gli uffici della Segreteria Generale del Comune di Livorno saranno aperti dalle ore 8 alle ore 14 anche nei giorni di sabato 31 maggio e domenica 1 giugno.

Premio di maggioranza in Consiglio Comunale
Poiché nessuna delle liste o coalizioni ha riportato più del 50% dei voti espressi, la legge elettorale stabilisce che alla lista o coalizione che sosterrà il candidato vincitore del ballottaggio spetterà il premio di maggioranza consistente nel 60% dei seggi in Consiglio Comunale: quindi 20 consiglieri su 32 (è previsto l’arrotondamento per eccesso). Gli altri 12 consiglieri saranno assegnati proporzionalmente (col metodo d’Hondt) alle altre liste o coalizioni che al primo turno hanno superato lo sbarramento del 3%.

Apparentamenti e divieto di voto disgiunto
I candidati sindaco potranno concordare un “apparentamento” con altre liste che non facevano parte della stessa coalizione e che, in caso di vittoria al ballottaggio, concorreranno alla ripartizione dei 20 seggi spettanti ai vincitori.
Poiché nel turno di ballottaggio la votazione è limitata alla scelta tra i due candidati alla carica di sindaco, non sarà possibile effettuare il “voto disgiunto” in base al quale, in occasione del primo turno, l’elettore poteva votare per un determinato candidato alla carica di sindaco e, contemporaneamente, per una lista collegata a un altro candidato sindaco.

Il ballottaggio
Si potrà votare nella sola giornata di domenica 8 giugno, dalle ore 7 alle ore 23.
Saranno aperti tutti i 172 seggi comunali e gli elettori dovranno presentarsi con certificato elettorale e documento d’identità.
Le operazioni di scrutinio avranno inizio dopo la chiusura della votazione, nella stessa serata di domenica.

Rilevazione dell’affluenza
Anche in occasione del turno di ballottaggio, a determinati intervalli, sarà rilevata e comunicata al Comune l’affluenza degli elettori alle urne. Le rilevazioni saranno effettuate intorno alle ore 12, alle ore 19 e alla chiusura dei seggi.

Composizione dei seggi
La nomina dei componenti dei seggi per le elezioni comunali vale anche per il secondo turno di ballottaggio. Pertanto, la composizione del seggio, fatti salvi i provvedimenti sostitutivi intervenuti per sopraggiunti gravi impedimenti, rimane immutata.
Resta tuttavia ferma la facoltà per i delegati delle liste di designare nuovi rappresentanti di lista, in sostituzione di quelli designati in occasione del primo turno di voto.
Nei seggi presso i quali, in occasione del primo turno di votazione, non erano stati designati rappresentanti di lista, la designazione può comunque essere effettuata per la prima volta in occasione del turno di ballottaggio, comunicandola entro il venerdì precedente la votazione al Segretario del Comune, oppure con comunicazione ai presidenti di seggio il sabato pomeriggio, o la domenica mattina, purché prima dell’inizio della votazione.

Informazioni
Domenica 8 giugno sarà possibile seguire in diretta le operazioni del voto di ballottaggio collegandosi con la rete civica del Comune di Livorno (www.comune.livorno.it) e cliccando sull’apposito banner Elezioni 2014. Saranno forniti dati costantemente aggiornati sulle rilevazioni dell’affluenza e, successivamente, sui risultati dello spoglio delle schede.

 

Riproduzione riservata ©