Cosimi: “Se vorrà confrontarsi non mi tirerò indietro”. Fuori dal Comune la contestazione. Affluenza al 50%

Mediagallery

“Non l’ho votato ma faccio i complimenti al nuovo sindaco. E gli dico, ingenuamente ma sinceramente, che se in questi anni avrà bisogno di un confronto sui nostri progetti fatti io non mi tirerò indietro. Gli auguro di poter governare bene, meglio di quello che abbiamo potuto fare noi con i tagli e sono sicuro che la condizione attuale del nostro bilancio gli consentirà di fare bene qualora il patto di stabilità sia superato”.
A dirlo è Alessandro Cosimi nel passaggio di consegne con il neo sindaco Nogarin. Poche parole per poi uscire dal Comune poco dopo mezzanotte. Qualcuno lo vede, mentre accompagnato da un vigile urbano, cammina verso il garage del municipio. “Vai a casa”, gli urlano. Cosimi replica: “Vieni a dirmelo in faccia”. “Vattene”, continuano a gridargli in quattro o cinque. Poi i toni si calmano da soli.  L’ex sindaco si allontana in auto dal Comune mentre pochi metri più in là, sotto la scalinata del Comune, si sentono i cori per Filippo Nogarin.
Clicca qui per leggere i dati relativi all’affluenza alle urne

Riproduzione riservata ©