I consiglieri 5 Stelle: “La mail? Un atto di cortesia”

di letizia

Mediagallery

Il gruppo consiliare del Movimento Cinque Stelle ha deciso di rispondere alle critiche arrivate da più parti negli scorsi giorni attraverso una conferenza stampa, convocata sabato mattina, a cui hanno preso parte quasi tutti i consiglieri di maggioranza. I ‘pentastellati’ sono tornati innanzitutto sul caso dell’email in cui si annunciavano i nomi dei nuovi assessori: “Per quanto ci possano tacciare di essere dei neofiti della politica, alquanto ingenui e poco “politichesi” – ha affermato il capogruppo in Consiglio comunale, Francesco Bastone – sappiamo bene che le nomine spettano al Sindaco e solo a lui e non possiamo essere certamente noi consiglieri a dettare l’agenda della giunta”.
I consiglieri hanno poi voluto precisare che l’invio dell’email ai capigruppo voleva essere un segno di cortesia nei confronti delle opposizioni che più volte avevano richiesto di essere informati sulle nomine, “Un atto, questo, di trasparenza irrituale che fa scalpore, che fa parlare chi non sa più a cosa attaccarsi pur di screditare l’operato della nuova amministrazione – ha continuato il capogruppo dei Cinque Stelle – arrivando a creare un caso su una semplice e banale email che non avrebbe mai potuto sostituire la competenza in merito del primo cittadino”.
Dura è la risposta data al capogruppo del Pd Marco Ruggeri, che accusava i Cinque Stelle di ‘spartizione delle poltrone’: “Dire che ci stiamo spartendo l’assetto del potere – hanno ribattuto i consiglieri di maggioranza – suona quasi come un complimento, visto che sono almeno 15 anni che si nutre e vive di politica e che siede in consiglio comunale rivestendo ancora il ruolo di consigliere regionale in attesa che il partito decida”.
I consiglieri dei Cinque Stelle hanno poi voluto chiarire la vicenda della diffida dall’uso del nome di Beppe Grillo e del marchio del Movimento 5 Stelle a Marco Valiani, ex candidato alle elezioni amministrative e primo dei non eletti, attivista di un meet up non formalmente ‘riconosciuto’: il capogruppo Bastone ha ricordato come Valiani abbia partecipato direttamente alla campagna elettorale, organizzando eventi e invitando a venire in città i parlamentari del Movimento, tuttavia “il sostegno è venuto meno e ha lasciato il posto alla polemica e all’attacco non appena gli stessi contestatori non hanno ottenuto voti sufficienti per essere eletti nel gruppo consiliare”. I consiglieri Cinque Stelle hanno poi replicato anche riguardo alle polemiche sulle ferie del Sindaco Filippo Nogarin, che nel mese di agosto “prenderà parte a 3 Consigli comunali, contro un solo consiglio che la vecchia amministrazione ha svolto nello stesso periodo di agosto, ma diluito in 5 anni, dal 2009 al 2013”. A chi chiede loro se uno dei fattori che possa aver contribuito a creare l’equivoco rispetto alla nomina dei nuovi assessori, ha risposto il capogruppo Bastone, “Non vogliamo fare dell’inesperienza una bandiera, è però un dato di fatto, l’esperienza che acquisiremo ci permetterà di migliorare anche l’aspetto comunicativo”.
Nel consiglio comunale di lunedì è in programma la comunicazione del Sindaco, attraverso la quale presenterà ufficialmente i nuovi membri della giunta, e non è escluso che il nuovo assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti e il nuovo assessore all’Edilizia privata, Paola Baldari, siano presenti tra i banchi del governo.

Riproduzione riservata ©