Elezioni, Cannito presenta la squadra. Ecco i nomi dei 32 candidati

Mediagallery

di Dario Fantozzi

In un clima, di festa stamani, al Bar Cavour, Marco Cannito ha presentato la lista di candidati (consultabile nel link al pdf in fondo all’articolo) che lo sosterranno per l’elezioni a sindaco per il Comune di Livorno. “Abbiamo raccolto più di 700 firme a sostegno della Lista Civica Città Diversa e Dasul -spiegano i sostenitori di Cannito – per la precisione 742, nonché abbiamo dovuto rassicurare altri che pur non avendo messo la firma potevano votarci”.
Dei 32 candidati solo 6 provengono dalla precedente legislatura. “Abbiamo fatto questa scelta non perché i vecchi candidati eletti non si meritavano la ricandidatura per lavoro svolto, anzi al contrario, ma per dare spazio a molti cittadini che si sono uniti al nostro movimento – ha spiegato il candidato sindaco – onestà, competenza, idee e amore per la città sono queste le caratteristiche dei nostri uomini, persone sconosciute ma che rappresentano una miniera di capacità per la nostra città”. “Oggi per noi è una festa dell’orgoglio e dell’identità siamo orgogliosi di presentare una lista sostenuta dalla gente che ci ha donato fiducia e affetto per i quali ringraziamo – e ricorda Cannito – noi non siamo la causa del proliferare delle liste civiche, la nostra era già la terza forza politica della città – ma oggi continua il candidato sindaco – è anche però una festa della serietà: abbiamo aspettato a presentare i prossimi consiglieri comunali molti dei quali sono qui presenti, dopo che tutto fosse stato depositato nella sede istituzionale, il Comune, che abbiamo tanto criticato ma che vogliamo ritorni ad essere la massima assemblea cittadina, dove si decidano davvero lì e non altrove le sorti della città e perché sia la casa dei cittadini come se fosse la propria casa, il proprio negozio, la propria strada”.
La scelta del luogo infatti non è casuale, il bar è da sempre un luogo d’incontro e di confronto fra cittadini “ritrovare lo spirito di ritrovo – si scusa per il gioco di parole Cannito – da bar per far ripartire il dialogo fra i cittadini e non a caso, il nostro programma è stato arricchito dal dialogo tramite i commenti lasciati dagli elettori sulla nostra pagina web dedicata (http://www.cittadiversalivorno.it/elezioni-2014-ehi-tu-partecipa-e-contribuisci-al-programma/ ndr)”

“Infine e non per ultimo è anche una festa dell’unità, intesa almeno in tre sensi, unità con i cittadini, unità con la lista Dasul in quanto cittadini non precedentemente impegnati in politica ma che adesso ci sostengono e si impegnano nella difesa dell’ambiente, della salute, dell’uguaglianza e del lavoro. Un uguaglianza che oltre al lavoro anche in questa città non c’è – sottolinea Cannito che conclude con appello a tutti gli elettori – che quasi certamente decreteranno il ballottaggio, noi, chiederemo il voto di tutti coloro liste e cittadini che sono e vogliono operare veramente alternativamente”.

 

 

Riproduzione riservata ©