Buongiorno Livorno, eletto il nuovo direttivo

Dopo Stefano Romboli e Francesca Talozzi nell'assemblea di mercoledì scorso è stato eletto il nuovo presidente, Silvia Giuntinelli, per cui sarà prevista già una prima 'verifica' a fine anno.

di letizia

Mediagallery

Buongiorno Livorno ha scelto il suo nuovo presidente. Dopo Stefano Romboli e Francesca Talozzi, nell’assemblea di mercoledì scorso è stato eletto il nuovo presidente, Silvia Giuntinelli, per cui sarà prevista già una prima ‘verifica’ a fine anno.
Cinquant’anni, laureata in germanistica alla Freie Universität Berlin, lavora come traduttrice tecnica, è stata candidata al consiglio comunale alle amministrative di Livorno del 2014. “Non mi sento però di essere al di sopra del gruppo, mi sento una presidente tra pari”, sono state le sue prime parole ieri durante la conferenza stampa di presentazione. “Faccio parte infatti di una squadra di lavoro molto compatta – dice riferendosi al direttivo – che continuerà ad avere un carattere collegiale e a voler stare sul territorio. A breve infatti contiamo di organizzare varie iniziative che coinvolgano i cittadini”.
Un direttivo, che come la presidente è fresco di nomina e di cui fanno parte: Simona Corradini (urbanistica e mobilità), Michela Molitierno (cultura), Valentina Barale (lavoro), Stefano Oliviero (politiche giovanili), Leandro Ricciardi (segretario), Luca Benedetti (tesoriere), Paolo Bruciati (responsabile comunicazione). “Viene fuori – ha affermato il vice-presidente Stefano Romboli – da un’assemblea permanente che ha portato Bl a discutere per più di un mese. Il gruppo consiliare ricopre un ruolo fondamentale, ma noi riteniamo che presidenza e direttivo siano necessari per poter fare politica a 360°”. Ma al di là di questo mese di ‘assemblea permanente’ Buongiorno Livorno che fase sta attraversando? Al momento, ha fatto sapere Romboli, gli iscritti sono 160, “forse perchè risentiamo delle difficoltà dei mesi scorsi”.

Rapporto col gruppo consiliare: prima dell’assemblea di mercoledì è stato fatta una riunione coi tre consiglieri comunali: “Talvolta è vero ci sono state delle divergenze – ha continuato Romboli – tuttavia non sul piano dei contenuti quanto semmai su quello del metodo. I nostri consiglieri possono continuare a rappresentare Buongiorno Livorno tranquillamente. Non è vero che esistono spaccature come qualcuno ha detto, semmai talvolta diversità di opinione”. Alcune settimane fa era però trapelata la notizia che Andrea Raspanti volesse lasciare il ruolo di capogruppo: al momento Raspanti rimarrà al suo posto, i dubbi sono derivati del fatto che negli ultimi mesi sono entrate in contatto con Buongiorno Livorno realtà come la Repubblica dei villani (associazione nata nel 2015 a sostegno della candidatura di Lenny Bottai alle elezioni regionali), di qui la riflessione dell’ex candidato sindaco sulla sua rappresentanza all’interno del gruppo. “Il direttivo e il gruppo consiliare – dicono ancora da Bl – hanno però due ruoli diversi e distinti e tali devono rimanere”.

Movimento 5 stelle e Pd: Con questo nuovo direttivo potrebbe cambiare l’atteggiamento nei confronti del movimento che oggi governa la città? “Riteniamo che la gestione del Movimento 5 stelle sia deludente, soprattutto perchè impreparato e inadeguato a d affrontare i problemi della città – ha tagliato corto Romboli – tuttavia siamo convinti che chiunque si sarebbe trovato al loro posto avrebbe avuto le stesse difficoltà “. E sul presunto avvicinamento da parte del Pd la presidente ha riferito che al momento non c’è stato alcun contatto col Partito democratico: “Ma non è un mostro e dovesse arrivare una proposta di confronto sarà valutata, non potendo fare finta di nulla e sapendo che si tratta di una forza che ha delle responsabilità. Ribadiamo in ogni caso il nostro essere alternativi sia al Pd sia ai Cinque Stelle”.

Riproduzione riservata ©