Ecco i neo assessori. Nogarin: “Fase 2”

Francesco Belais, di Livorno Rainbow, l'associazione che si batte per i diritti Lgbt è il nuovo assessore alla Cultura al posto di Fasulo. Andrea Morini, fino ad oggi portavoce del sindaco, nominato assessore allo Sport al posto di Nicola Perullo

Mediagallery

“Per noi, con questi avvicendamenti di giunta si apre ufficialmente la fase due di governo – spiega il primo cittadino in conferenza stampa –  Non è un rimpasto cosmetico (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare le nuove deleghe degli assessori) e non è dettato dalle polemiche e da relazioni con gli assessori uscenti. Non perderemo per strada questi due preziosi compagni. Le due deleghe, cultura e turismo devono essere portate avanti dalla stessa persona. E sono convinto – prosegue Nogarin– che Livorno allo stesso tempo meriti un assessorato che veda come core business lo Sport. Ho chiesto dunque a Fasulo e Perullo di fare un passo… di lato e non indietro e per loro nel prossimo futuro non si fermerà la collaborazione con la giunta. Si apre per noi dunque una fase due in cui si cercherà di essere ancora più tempestivi e incisivi, facendo dialogare e interagire maggiormente così la politica con la macchina amministrativa”.

Morini

Morini

Il rimpasto di giunta è quindi ufficiale. Due infine le new entry nella giunta Cinque Stelle (clicca qui – diretta Fb dei primi minuti di presentazione della nuova giunta). Uno è Francesco Belais, scelto tra i tanti curriculum arrivati nel 2014 in fase di selezione, volto della comunicazione di Livorno Rainbow, l’associazione che si batte per i diritti Lgbt (lesbiche, gay, bisex e transgender). Sempre in prima fila nelle “lotte arcobaleno”, scrittore, noto deejay in ambito nazionale e non solo, giornalista e collaboratore di Repubblica, Belais (il cui sito internet è http://francescobelais.it/) andrà a sostituire l’assessore Serafino Fasulo (assente durante la conferenza stampa) alla Cultura prendendosi anche la delega al Turismo, alle biblioteche e ai musei.
L’altro è un volto già conosciuto in casa M5S. Si chiama Andrea Morini e fino ad oggi ha ricoperto il ruolo di portavoce del sindaco Filippo Nogarin. Da ora in avanti, invece, Morini sarà l’assessore allo Sport (con delega agli animali e all’isola di Gorgona, due assolute novità) al posto di Nicola Perullo che ricoprirà il ruolo di consigliere di Nogarin. Perullo però al momento non uscirà del tutto di scena. “Ho deciso di nominare Perullo, come incarico

Belais

Belais

sindacale, consigliere del sindaco per i grandi eventi – spiega Nogarin – riconoscendo l’eccellenza per le cose fatte e mostrate fino a oggi come un rilancio di Effetto Venezia e la manifestazione che sta nascendo del Cacciucco Pride. Sarà un incarico senza retribuzione che Perullo farà per passione e dedizione”.
Al posto di Andrea Morini, in qualità di responsabile della comunicazione e portavoce del sindaco, sarà probabilmente nominato Tommaso Tafi, attualmente impiegato per veicolare e gestire l’immagine del primo cittadino. Quest’ultima nomina non ancora formalizzata anche se le voci che si rincorrono danno per scontato questo avvicendamento.
Le priorità dei nuovi assessori – Per i nuovi assessori presentati alla città sono state richieste le priorità all’interno dei loro mandati. “L’aspetto del volontariato  – spiega Morini -e la gestione del patrimonio per le associazioni sportive e l’accesso agli impianti sportivi. Molte società sportive trovano difficoltà a poter praticare sport. Cercheremo di fare uno screening per valutare quali siano queste società e come aiutarle. Ippodromo manco a dirlo, per non parlare del canile e dello stadio”.
“Le priorità per me – spiega Belais – saranno il Museo della città e la casa della cultura. La mia bussola sarà comunque il programma corposo del Movimento Cinque Stelle che hanno votato i cittadini”.
Il commento dell’ex assessore Nicola Perullo (presente alla conferenza) su facebook: “Oggi si è conclusa la mia attività di amministratore pubblico. Dopo molti mesi di confronto col Sindaco e di riflessione, ho dato le dimissioni. Termina qui il mio servizio (come ho ripetuto decine di volte, questo non è un lavoro ma un servizio temporaneo) di assessore al comune di Livorno. Sono stato molto fortunato ad aver avuto l’opportunità di farlo e di servire il bene della mia città. Ringrazio tutti, e naturalmente in particolare Filippo Nogarin per questo regalo.
Sono felice che questa avventura, che ho svolto credo abbastanza bene – cioè con totale inadeguatezza unita a una disarmata e completa consapevolezza – termini qui: ogni cosa ha il suo momento. Sono anche felice perché vengo sostituto da due bravissime persone e ottimi nuovi assessori, Francesco Belais e Andrea Morini, che opereranno al meglio. I miei migliori auguri a loro e a tutti! Il Sindaco mi ha poi chiesto di diventare suo consigliere esterno per i grandi eventi del Comune di Livorno, incarico che ho accettato con piacere”.

 

Riproduzione riservata ©