Approvato il bilancio 2016-18. “Via alla rivoluzione”

Il primo cittadino: "Abbiamo posto le basi per una vera e propria rivoluzione destinata a cambiare, in meglio, il volto di Livorno".

Mediagallery

Il Consiglio Comunale di Livorno ha approvato nella seduta del 14 aprile il Bilancio di Previsione 2016-2018. Il Bilancio è stato approvato con 17 voti favorevoli (Movimento 5 Stelle) e 15 contrari (PD, Buongiorno Livorno, Forza Italia, Città Diversa, Livorno Libera, Gruppo Misto).
Approvati, invece, all’unanimità il regolamento per i servizi educativo-scolastici e l’abolizione della TOSAP sulle tende solari.

Il sindaco Filippo Nogarin: “Sul campo un piano di investimenti importanti”- “Sono stati necessari due giorni di discussione serrata in aula per approvare il bilancio triennale 2016-2018: un piano rigoroso che ci permetterà di realizzare quel programma per il quale i cittadini livornesi ci hanno chiamato, nel giugno 2014, al governo della città. Un bilancio che ci permetterà dunque di mettere in campo un piano di investimenti importante in modo da garantire i servizi ai cittadini nei prossimi anni. Ben 20 milioni di euro destinati all’apertura dei cantieri per i lavori pubblici che contribuiranno a far ripartire l’occupazione in città.
Non ci sono nuove imposte: le aliquote rimarranno invariate, così come abbiamo deciso di non aumentare la Tari. Sul piano delle politiche della mobilità Livorno è stata praticamente inerte per quasi venti anni, mentre negli stessi anni altre città hanno attuato politiche virtuose.
Ci siamo presi carico di colmare questo gap, nel solo interesse della comunità, consapevoli che l’attuazione di queste misure possa, nell’immediato, non risultare popolare.
Questa è la sfida che abbiamo accettato, ponendo così le basi per una vera e propria rivoluzione destinata a cambiare, in meglio, il volto di Livorno”.

Riproduzione riservata ©