“Aamps, Nogarin in confusione. Persevera in errori”

Duro attacco del Pd all'operato di Nogarin riguardo la vicenda Aamps. Presenti a Livorno il sottosegretario all'Ambiente Silvia Velo e il presidente nazionale Matteo Orfini

Mediagallery

di Andrea Alcamisi

“La situazione di Aamps ormai è sotto gli occhi di tutti: il sindaco Nogarin, in pieno stato confusionale, persevera nel voler seguire la strada del concordato, che porterà inevitabilmente l’azienda verso il fallimento con gravi conseguenze sui lavoratori e sulle imprese dell’indotto. Senza tener conto del danno che Livorno subirà per essere esclusa da RetiAmbiente, nell’ambito del processo di riorganizzazione del sistema regionale di gestione dei rifiuti”. Lo ha detto il Sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo a margine dell’incontro con i lavoratori di Aamps che si è svolto nella sede livornese del Partito Democratico, al quale era presente anche il presidente nazionale del PD Matteo Orfini, il segretario regionale Dario Parrini, il senatore Marco Filippi, il consigliere regionale Francesco Gazzetti e il sindaco di Collesalvetti, nonché segretario territoriale Lorenzo Bacci. Oltre ai lavoratori di Aamps e delle aziende che gravitano attorno ad essa, c’erano anche le rappresentanze dei lavoratori del settore metalmeccanico e chimico per discutere sul tema più ampio della reindustrializzazione e dello sviluppo dell’area livornese, porto compreso.
La discussione però si è concentrata in gran parte proprio sulla questione di Aamps e sulla salvaguardia dei posti di lavoro all’interno del difficile percorso che l’azienda municipalizzata dei rifiuti sta per intraprendere, e cioè quello del concordato preventivo che di per sé non può escludere anche il fallimento della partecipata stessa. “Il Partito Democratico – continua Velo – con la presenza del presidente Matteo Orfini oggi a Livorno, intende portare l’attenzione della vicenda Aamps e della crisi industriale della città ai massimi livelli nazionali e ripristinare, una volta per tutte, la verità. Fino a oggi, anche dai vertici nazionali del Movimento 5 Stelle sono state raccontate troppe menzogne soltanto per giocare una partita a livello nazionale sulla pelle dei lavoratori. È ora di ricostruire un racconto più veritiero e di tutelare lavoratori e imprese per il bene della città”. Orfini, dal canto suo, si è detto molto preoccupato delle città amministrate dai 5 Stelle, facendo anche riferimento al recente caso di Bagheria. Per questo rivolge una richiesta al Movimento 5 Stelle, ovvero quella “di occuparsi dei problemi reali della città per il bene dei cittadini, prendendosi le proprie responsabilità ed evitando strumentalizzazioni”. Per quanto riguarda invece la questione di RetiAmbiente, il segretario Parrini ha assicurato che “il PD chiederà alla Regione di fare di tutto per garantire l’impegno all’inglobamento di Aamps in RetiAmbiente e di salvare quindi i posti di lavoro”.

Riproduzione riservata ©