Novantenne “alticcio” pizzicato senza patente, maxi multa

L'anziano si giustifica: "Ho soltanto bevuto un bicchiere di vino a pranzo"

di gniccolini

Mediagallery

Novantenne a bordo di una Fiat Punto blu pizzicato dalla polizia municipale con un tasso alcolemico superiore al limite consentito di 0,5 grammi/litro. L’anziano, che alla prova del palloncino è risultato avere 0,70 gr/l, è stato notato sull’Aurelia, nei pressi dell’ospedale, mentre stava percorrendo a zig zag la strada.
Immediato l’inseguimento in moto da parte dei vigili che una volta raggiunta la vettura hanno mostrato la paletta rossa al conducente. Alla richiesta di fornire patente e libretto, l’uomo ha spiegato di non avere con sé i documenti. Dai successivi accertamenti è emerso che addirittura  la patente gli era stata ritirata tre mesi prima per alcune infrazioni al codice della strada. Il novantenne, evidentemente, non si era fatto tanti problemi continuando a guidare. Sopposto poi alla prova del palloncino, l’automobilista è risultato avere un tasso oltre, se pur di poco, il limite consentito, ovvero 0,20 grammi per litro. “Ho bevuto solo un bicchierino a pranzo e niente di più” ha detto agli agenti. Alla fine l’anziano è stato multato (verbale da 500 euro) ed ha rimediato pure il fermo amministrativo di tre mesi al mezzo che, per la cronaca, risultava danneggiato in più parti.

Riproduzione riservata ©