Simone Lenzi a Villa Maria

Durante la serata sarà offerto un aperitivo a cura di coop Itinera

Mediagallery

Venerdì 22 agosto, alle ore 19, nel giardino di Villa Maria nuovo appuntamento con “La Bella Estate”, il programma d’incontri con gli autori promossi dal Comune di Livorno – Biblioteca Labronica “F.D.Guerrazzi”, dalla Coop Itinera e dalla casa editrice livornese Erasmo. L’incontro di venerdì sarà con Simone Lenzie il libro “Mali Minori” (Edizioni Laterza).
Mali minori è una raccolta di piccoli episodi tragicomici accaduti in tenera età che però, nel loro piccolo, hanno segnato l’infanzia dei giovani protagonisti. Nello specifico, il così definito male minore è una sfortunata incomprensione avvenuta tra il bambino e la il mondo degli adulti, anche semplice e apparentemente banale.
“Un episodio dell’infanzia ferocemente, teneramente irrimediabile. Un desiderio non esaudito, una piccola ingiustizia, una sconfitta, un malinteso. Di mali minori, di piccole catastrofi infantili, questo è un repertorio tragicomico.
I mali minori non hanno aria da tragedia. Non sono mai, per definizione, niente d’irreparabile. Sono i doni sbagliati di Natale, gli esiti di un’informazione parziale o difettosa, i piccoli ma perfidi accanimenti della sfortuna che assumono agli occhi di un bambino la valenza di un disastro. Scaturiscono da un’incomprensione degli adulti che sembra mettere a rischio il senso stesso del mondo. Oppure da un’incapacità dei bambini a corrispondere alle aspettative degli altri, che li porta a conoscere per la prima volta quell’inadeguatezza contro cui si troveranno a lottare per tutta la vita. Oppure infine da quella cospirazione di cose che porta talvolta a interpretare gli eventi come un teatro, dove a reggere le sorti dei personaggi più inermi interviene spesso una mano dispettosa. Viene in mente la parabola del piccolo Carlo Emilio Gadda che, forzando per una volta l’avarizia dei genitori, riuscì finalmente a farsi comprare un gelato, che per colpa di un piccione non mangiò mai. Certo, col tempo il male minore smette di far soffrire. Resta, però, di lui un qualche noioso prurito dell’anima. Proprio come quando, d’estate, si aggiunge all’opprimente calura la noia di una zanzara.”
Durante la serata sarà offerto un aperitivo a cura di coop Itinera.

Riproduzione riservata ©