Itinera organizza il convegno “Verso Expo 2015”

Mediagallery

Sabato 28 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19 al via il convegno che si svolgerà all’interno della sala consiliare del Comune di Livorno dal titolo “Il primo nutrimento la pace: ruolo e funzioni delle autonomie locali” (clicca sul link al pdf in fondo all’articolo per consultare e scaricare il programma del convegno).
Con questa iniziativa la Cooperativa Itinera, promotrice dell’evento, vuole occuparsi di Expo 2015 per quello che, secondo gli stessi promotori ed organizzatori, sarà la sua eredità più significativa: la “Carta di Milano”, che ad ottobre sarà presentata all’Onu per la sua adozione.
La Carta di Milano deve essere perciò il risultato di un confronto aperto ed a più voci sullo sviluppo, sul modello economico globale e locale, sulle culture e sui comportamenti alimentari, sullo spreco di risorse sottratte all’alimentazione, sul diritto al cibo per tutti.
“Il nostro orientamento e la nostra aggiunta per la Carta di Milano – spiega la Coop. Itinera-  sono compresi nella consapevole convinzione che solo la pace può assicurare il diritto al cibo; dunque, riteniamo che la pace, sacro diritto dei popoli sancito dall’ Onu nel 1984, sia necessaria quanto il pane e per il pane”.

La Coop. Itinera ritiene che un ruolo particolare ed incisivo possano a tal fine svolgere anche le Autonomie Locali con la molteplicità di strumenti che hanno disponibili nelle potestà statutarie, di programmazione e di regolamentazione; anche sulla scorta di esperienze concrete in Italia e nel mondo, che hanno coinvolto strutturalmente nel territorio formazioni sociali e movimenti civili.
“Vogliamo svolgere un incontro con tali finalità a Livorno – si legge nella nota stampa-  particolarmente vocata ad un ruolo di coordinamento per le sue ricche tradizioni interculturali, interetniche, interreligiose, e di pacifismo impegnato. Il Convegno si pone come momento di contributo alla stesura della Carta di Milano, e come avvio di un concreto coordinamento delle Autonomie locali per la Pace”.
Aperto a tutti esso si rivolge in primo luogo ai giovani ed al ricco, variegato, e molteplice insieme delle associazioni e dei movimenti orientati alle stesse finalità del Convegno.

Riproduzione riservata ©