Mistero: prelevata dall’auto e caricata sul furgone

Ricerche, anche con l'elicottero, da parte dei carabinieri ma nessuna traccia del furgone

Mediagallery

Ci sarebbe una lite familiare alla base dell’episodio avvenuto il 14 maggio, intorno alle 13,30, in via Cimarosa. E’ da qui che sabato scorso diversi testimoni, almeno 4, hanno chiamato i carabinieri raccontando di aver notato un’auto posteggiata, con a bordo due ragazze fra i 20 e i 25 anni, da cui è stata improvvisamente prelevata la giovane seduta lato passeggero, poi fatta salire bruscamente a bordo di un furgone bianco.
In base a quanto ricostruito, stava parlando con l’amica quando due uomini, uno più anziano, hanno aperto lo sportello della vettura afferrando il braccio della ragazza. Inutili le grida e i tentativi di divincolarsi. Prelevata dalla macchina è stata fatta salire sul furgone che poi si è allontanato. Poco dopo anche l’amica ha lasciato il parcheggio e si è allontanata. La stessa scena, come detto, è stata raccontata ai carabinieri da almeno 4 persone. Dal comando di viale Fabbricotti fanno sapere di non aver ricevuto telefonate da parte dei familiari, né telefonate di riscatto. Nel corso del pomeriggio sono state comunque effettuate delle ricerche, anche alzando in volo l’elicottero, ricerche che però non hanno portato alcun risultato avendo a disposizione solo la tipologia di mezzo e il colore, ma non la targa.

Riproduzione riservata ©