“Zona 30”, rastrelliere e dissuasori: pronti 30 mila euro

Mediagallery

La giunta comunale, nel corso dell’ultima seduta, ha approvato un pacchetto di provvedimenti per la mobilità e la sicurezza stradale, per un importo di 30 mila euro iva compresa (leggi qui dell’installazione di nuovi semafori e una pista ciclabile). Questi provvedimenti, che riguardano in particolare la sicurezza di pedoni e ciclisti, sono stati pensati dall’Ufficio Mobilità recependo le proposte pervenute dai cittadini e le segnalazioni della Polizia Municipale. Con la somma stanziata si cercherà di intervenire in maniera omogenea in tutte le zone della città. Tra gli interventi previsti, l’installazione di rallentatori di velocità di tipo ottico e di altri accorgimenti per mettere in sicurezza alcuni attraversamenti pedonali pericolosi (altro problema molto sentito dai cittadini); la realizzazione di “Zone 30”, con provvedimenti propedeutici alla moderazione della velocità, anche mediante l’utilizzo di manufatti per mitigarla; la collocazione di dissuasori della sosta in prossimità degli incroci stradali minori, per evitare che le auto parcheggiate in maniera irregolare, riducendo la visibilità, possano rendere pericolose le manovre di immissione. E’ prevista una razionalizzazione della sosta in vari punti della città, mediante una più efficace suddivisione degli spazi tra automobili e mezzi a due ruote. In base alle indicazioni pervenute, si provvederà a un aggiornamento della ripartizione degli spazi, tenendo conto delle nuove esigenze che si presentano zona per zona. Parte delle somme disponibili sarà dunque impiegata nella realizzazione della opportuna segnaletica orizzontale e verticale.
La maggior parte delle richieste, sia da parte di privati cittadini sia da parte del mondo della scuola, riguarda l’installazione di nuove rastrelliere per le biciclette. Una parte cospicua dei 30mila euro a disposizione sarà quindi destinata all’acquisto di rastrelliere ad archetto metallico alto (del tipo di quelle recentemente installate nella zona di piazza Grande) caratterizzate da maggiore solidità e durata e che consentono di parcheggiare (e legare) le biciclette in maniera più semplice ed ordinata. Per evitare la soppressione di posti auto, si cercherà di collocare le nuove rastrelliere sfruttando gli spazi “morti”, troppo stretti per consentire il parcheggio di un’automobile (per esempio lo spazio tra due passi carrabili contigui). Infine si prevedono altri interventi di piccola entità come la realizzazione di nuovi attraversamenti pedonali, l’incremento degli spazi di sosta, fino ad esaurimento delle somme a disposizione. Una volta conclusa la fase di aggiudicazione dei lavori alle ditte, si conta di portare a termine l’esecuzione di questi provvedimenti entro la fine del 2014.

Riproduzione riservata ©