Stadio e Parco Ceschina, ok ai lavori. Comune, passa il bilancio di previsione

Mediagallery

Il Consiglio Comunale di Livorno ha approvato nella seduta del 29 aprile il Bilancio di Previsione armonizzato 2014-2016. Nel bilancio, alla voce entrate, l’amministrazione ha stimato per il 2014 in 8 milioni di euro i proventi dalla riscossione delle multe. Una cifra al ribasso visto che il Comune conta di incassarne dalle sanzioni al codice della strada almeno 11. Questo significa che una buona parte dei conducenti che saranno multati non pagherà. Degli 8 milioni messi a bilancio, 1,2 milioni saranno destinati alla manutenzione delle strade.
Prima della votazione, trattandosi dell’ultima seduta consiliare della legislatura, il sindaco Alessandro Cosimi ha ringraziato i consiglieri, tutti gli uffici comunali che hanno lavorato con lui nel corso dei suoi due mandati da primo cittadino, tutte le persone che hanno fatto parte della Giunta, il presidente del Consiglio Comunale, il Segretario Generale, la Polizia Municipale, la stampa. I voti al bilancio di previsione: 21 favorevoli (Bianchi, Bosco, Cavaliere, Cecchi, Corso, Cosimi, Del Corona, Fenzi, Fiordi, Latorraca, Mambrini, Mancusi, Martorano, Morelli, Scavazzon, Terreni, Tramonti, Valente, Vergili, Vivaldi, Volpi), 1 astenuto (Romano), 13 contrari (Amadio, Bartimmo, Bottino, Cannito, Capuozzo, Ciacchini, Cosimi Lorenzo, Giannini, Giari, Giubbilei, Palmerini, Romiti, Tamburini).

Inoltre, da segnalare che a fine aprile la giunta ha approvato il programma triennale (2014-16) dei lavori pubblici. Tra le opere indicate nel programma troviamo la riqualificazione del parco Ceschina, accanto all’ippodromo, e i lavori allo stadio.
Parco Ceschina – Si tratta di una superficie di circa 35 mila metri quadrati che si estende tra via dei Pensieri e viale Italia, all’interno della quale sono presenti più di 250 alberi secolari di alto fusto. Il parco, adiacente a quello di Villa Letizia, entrò a far parte del patrimonio comunale nel 1998. Il progetto approvato per 95 mila euro prevede il recupero dell’area a verde degradata mediante l’eliminazione della vegetazione infestante e la potatura e messa in sicurezza degli alberi. Saranno anche ripristinati i vialetti interni. Terminati i lavori, per rendere il parco disponibile ai cittadini saranno installati piccoli arredi quali panchine e cestini portarifiuti. Dopo l’espletamento delle procedure di gara, l’inizio dei lavori è previsto per i primi mesi dell’anno; l’intervento durerà 180 giorni. La Giunta ha deciso di inserire nel bando di gara una clausola sociale che prevede l’obbligo da parte di chi si aggiudicherà l’appalto di assumere, per la durata dei lavori, 4 dipendenti della Labronica Corse Cavalli. La Giunta ha altresì apprezzato la proposta dell’assessore alle Culture Mario Tredici di intitolare il parco a Nelson Mandela.

Stadio – L’altro grande intervento inserito nel programma triennale dei lavori pubblici è quello che interessa lo stadio. Il progetto prevede la sostituzione di tutti i proiettori posti sulle quattro torri-faro che illuminano il campo di calcio, risalenti a quasi trent’anni fa. I nuovi proiettori, oltre che assicurare una maggiore efficienza energetica, garantiranno il raggiungimento dei valori minimi di illuminamento richiesti per la disputa di partite del campionato di Serie A. Alcuni proiettori (72, costo 275mila euro) erano stati sostituiti questa estate con un primo intervento effettuato direttamente dal Livorno Calcio per conto del Comune. Il progetto approvato dalla Giunta Comunale, per una spesa di 425mila euro, prevede la sostituzione dei rimanenti 120 proiettori, oltre che il completamento degli interventi di adeguamento degli impianti e dei quadri elettrici. Le opere saranno eseguite direttamente dal Comune di Livorno.

Prevenzione incendi
Si tratta di un lotto di lavori per l’adeguamento alla normativa antincendi della curva nord dello stadio, quella più affollata. Saranno collocate nuove scale di metallo (aggiuntive rispetto a quelle esistenti), saranno realizzati nuovi gradini di smistamento e saranno adeguati i ballatoi. Le nuove strutture assicureranno maggiore comodità e maggiore sicurezza durante le fasi di afflusso e deflusso degli spettatori dagli spalti, sia in condizioni normali che, a maggior ragione, in situazioni di emergenza. Si tratta di opere urgenti, richieste dalla Commissione Provinciale di Vigilanza. Un primo progetto era stato approvato a giugno, ma in seguito alle nuove indicazioni pervenute, il piano degli interventi è stato modificato ed implementato.
Le opere, per un costo di 225mila euro, saranno eseguite dal Comune di Livorno, che affiderà direttamente al Livorno Calcio la sola progettazione e direzione dei lavori, e il coordinamento della sicurezza. In questo modo la società potrà programmare meglio gli interventi, in modo che non siano d’intralcio alle partite di campionato.

Impianto di videosorveglianza
Intervento urgente sollecitato dal GOS (Gruppo Operativo Sicurezza, presieduto dalla Questura) di Livorno, che ha chiesto il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza tramite l’acquisto di nuovi apparati di registrazione in grado di supportare l’accresciuto numero di videocamere che nel tempo si sono rese necessarie, e l’installazione di nuove telecamere per un migliore controllo di ciò che avviene in prossimità del terreno di gioco e sugli spalti. E’ prevista una spesa complessiva di 120mila euro articolata in due lotti funzionali, il primo dei quali (da 70mila euro) sarà attuato già dal corrente anno.

 

Riproduzione riservata ©