Il sindaco ha ricevuto l’ambasciatore armeno

Mediagallery

Nella sala cerimonie di Palazzo comunale il sindaco Filippo Nogarin ha ricevuto stamani, mercoledì 26 novembre, l’ambasciatore della Repubblica di Armenia in Italia, Sargis Ghazaryan. “Viviamo nel mondo un momento che potrebbe essere comparato a quello antecedente al periodo delle Leggi Livornine, che sicuramente sono un documento unico e che hanno trasformato per secoli Livorno in un luogo di accoglienza per i perseguitati per motivi politici e religiosi di ogni terra”, ha affermato l’ambasciatore armeno. “Ricordo che anche dopo lo sterminio del popolo armeno del 1915, Livorno è stato luogo di accoglienza. Auspico dunque di organizzare una serie di iniziative per ricordare gli armeni nella vostra città e mantenere la memoria del genocidio, soprattutto partendo dalle scuole.”

Il riferimento storico è alla deportazione ed eliminazione degli armeni negli anni 1915-1916, nei territori dell’Impero ottomano. Il genocidio annientò le vite di un milione e mezzo di armeni, gli uomini vennero uccisi, bambini e le donne vennero deportati nel deserto siriano, dove morirono per la fame e per la sete, abbandonati. Il sindaco ha rilevato che l’incontro è stato l’occasione per rinsaldare e rinvigorire il rapporto con la comunità armena. “Mi auguro – ha detto -che Livorno continui ad essere la città straordinaria che ha accolto le varie popolazioni e soprattutto che questo cammino sia non solo di accoglienza, ma anche di arricchimento in senso storico”.

Riproduzione riservata ©