Shangai, 44 mila per il restyling di piazza Bandiera

Mediagallery

Sono stati consegnati i lavori per la riqualificazione di piazza Fratelli Bandiera, nel quartiere Shangai.
L’intervento, finanziato dalla Giunta Comunale per 44mila euro, prevede il miglioramento dell’accessibilità della piazza tramite la creazione di percorsi a protezione dei disabili e delle utenze più deboli, con impedimento dell’accesso ai mezzi motorizzati.
L’attuale disegno di piazza Fratelli Bandiera risale alla fine degli anni ‘90 e ha segnato l’avvio della riqualificazione del rione. La piazza, di forma rettangolare e pavimentata con mattoni in cotto, presenta al centro grandi aiuole alberate, intersecate da stradelli e tagliate a sud-est da una curva ampia quanto la stessa piazza. Siamo nel centro vitale del quartiere, un luogo frequentatissimo per la presenza di numerose attività commerciali, ubicate in particolare al piano terreno di un grande edificio risalente agli anni ’50. Ma la piazza, area pedonale per eccellenza, viene spesso attraversata da automobili e da mezzi a due ruote, che creano disagio e mettono a rischio l’incolumità dei pedoni.
L’intervento è volto innanzitutto ad impedire l’accesso ai mezzi motorizzati per riportare la piazza all’uso naturale, ovvero quello di uno spazio urbano dove i cittadini possano camminare, sostare, fare compere senza doversi guardare intorno con la paura di essere investite. A questo scopo saranno impiegate transenne parapedonali realizzate con tubi d’acciaio di sezione rettangolare opportunamente incrociati e curvati, in modo da rendere gradevole il disegno ed efficace l’inserimento nel contesto.
I percorsi di accesso (individuati lungo i lati corti della piazza) saranno privi di barriere architettoniche, e dotati di tre varchi che consentiranno il passaggio dei pedoni ma non dei motocicli.
Per le emergenze, e per consentire, ad opportuni orari, l’accesso ai fornitori dei negozi, è comunque previsto un unico accesso carrabile.
Inoltre, per migliorare la fruibilità della piazza, si prevedono altre opere di eliminazione delle residue barriere architettoniche, con interventi sulle parti più sconnesse della pavimentazione. E’ prevista anche la riqualificazione dei muretti di contenimento delle aiuole, che fungono anche da sedute, e che saranno rintonacati e ridipinti.

Riproduzione riservata ©