Ecco la settimana europea per la riduzione dei rifiuti

Mediagallery

E’ in pieno svolgimento, anche a Livorno, la sesta edizione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, che, quest’anno, ha come tema la lotta allo spreco alimentare. Molte sono le azioni con cui, durante la settimana, viene trattato questo argomento dal punto di vista ambientale che etico, oltre alle altre azioni “classiche” riguardo a riduzione, riuso e riciclo. A promuovere la settimana, un comitato composto da Ministero dell’Ambiente, Federambiente, Provincia di Torino, Provincia di Roma, Legambiente, Aica, Anci, Erica Soc. Coop. ed Eco dalle Città.
L’amministrazione comunale di Livorno, in collaborazione con Aamps, ha dato la propria adesione proponendo al comitato nazionale una serie di azioni da realizzare nel corso della settimana che coinvolgono le scuole elementari di Livorno, il Laboratorio dei giovani senegalesi e associazioni ambientaliste e culturali della città.
“Con la settimana europea l’amministrazione comunale – dichiara l’assessore al’ambiente, Giovanni Gordiani – intende rafforzare le precedenti esperienze di comunicazione, come il progetto Ecodifferenziamoci, e contribuire al cambio di cultura e considerazione verso il rifiuto che deve essere sempre di più considerato non rifiuto ma risorsa e materiale riutilizzabile e riciclabile. L’impegno e l’obiettivo dell’Amministrazione comunale è volto ai rifiuti zero e all’economia circolare nel rispetto dell’ambiente e della natura valorizzando buone pratiche, antiche, moderne e provenienti da diverse culture.” La prima azione promossa ha lo slogan “I rifiuti organici e la biodiversità: consapevolezza della comunità scolastica”: ad alcune classi di 5 scuole elementari “pilota”, dopo aver effettuato un incontro formativo con Comune e Aamps, è stato affidato l’incarico di effettuare il compostaggio dei rifiuti biodegradabili. Le scuole e le classi che hanno aderito sono: Villa Corridi, IIA; Carducci, IVB; Albertelli, IIIA e IIIB; Campana, IIA, IV A e V A; Gramsci: IIA, VA e VB.
Nelle scuole prosegue anche la campagna per la “raccolta differenziata” dei rifiuti urbani, per l’occasione saranno consegnati 650 contenitori, realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica in percentuale superiore al 70%, con marchio IPPR, certificato “Plastica seconda vita” .
Per sabato 29 novembre, a conclusione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, è prevista la giornata del “Non Spreco” del cibo, con la collaborazione della Caritas: i cittadini saranno invitati a portare alimenti confezionati. Un grande evento nel centro cittadino, al quale parteciperanno anche i giovani senegalesi con il loro “Laboratorio del riciclo”, dove insegneranno come riutilizzare i materiali di “secondamano”.

Riproduzione riservata ©