Rifiuti ingombranti: solo 3 giorni per il ritiro

Comune e Aamps ottimizzano il servizio abbattendo da 12 a 3 giorni i tempi di attesa della prenotazione

Mediagallery

Nel 2013 sono stati 4.724. Di questo passo il 2014 si chiuderà con un dato che andrà ben oltre, intorno ai 5.200. Stiamo parlando del servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti a domicilio che il Comune di Livorno e Aamps offrono gratuitamente ai cittadini per disfarsi di oggetti di vario tipo prodotti in casa, come un mobile, un materasso o un computer. Basta una telefonata al numero verde 800-031.266 per richiedere all’operatore del call center un appuntamento che verrà dato entro circa 3 giorni, a seconda della circoscrizione di appartenenza. Un’attesa notevolmente ridotta rispetto ai precedenti 12 giorni medi dovuti ad un’impennata delle richieste e a cui si è voluto dare una risposta immediata. L’intento è di contribuire fattivamente a contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nelle strade che ogni anno costa alla cittadinanza tra gli 800 e il milione di euro. Aamps, infatti, si adopera quotidianamente con due squadre per raccogliere tutti i materiale che, incautamente, sono lasciati in prossimità dei cassonetti, sui cigli delle strade o nelle immediate periferie. Gli ispettori ambientali si mantengono a supporto della Polizia Municipale, sia per le attività di educazione ambientale sia per l’individuazione di casi meritevoli di essere sanzionati. Il servizio di raccolta ingombranti può essere prenotato anche attraverso l’apposita applicazione scaricabile dagli smartphone oppure inviando un’e-mail ([email protected]). Tra l’altro è possibile prenotare con le stesse modalità anche il ritiro degli sfalci e delle potature da giardino. In più, tutti i rifiuti differenziabili si possono portare ai Centri di Raccolta in Via degli Arrotini e in Via Cattaneo (ulteriori informazioni sul sito www.aamps.livorno.it e attraverso le pagine aziendali facebook e twitter.

Riproduzione riservata ©