Porta a Mare, quale futuro? Comune a caccia di idee

Mediagallery

Con un bando pubblicato in questi giorni sulla rete civica www.comune.livorno.it (scadenza il 5 dicembre), il Comune di Livorno cerca un soggetto specializzato in processi partecipativi che gestisca il progetto “Il futuro è dietro la porta! (a Mare)”.
Si tratta di un progetto partecipativo teso a coinvolgere i cittadini nell’elaborazione di strategie e progetti operativi per lo sviluppo dell’area della Porta a Mare dei vicini quartieri Borgo Cappuccini, Borgo San Jacopo e San Jacopo in Acquaviva.
Le strategie e i progetti operativi che verranno elaborati, attraverso laboratori, sondaggi, uso dei social e altri strumenti che il soggetto gestore dovrà indicare nell’offerta progettuale, saranno poi condivisi con l’Amministrazione Comunale che si impegnerà a tenere conto dei risultati, per valutarli in sede di formazione dei relativi strumenti di programmazione urbanistica, economica,commerciale, turistica e delle politiche sociali.
Il progetto, che partirà a gennaio 2015 e si protrarrà fino a maggio dello stesso anno, è stato apprezzato a approvato dalla Regione Toscana, che ha assegnato al Comune di Livorno 40 mila euro. I soggetti specializzati hanno tempo fino al 5 dicembre per presentare l’offerta. Il bando di gara e il capitolato possono essere scaricati dalla Rete Civica del Comune di Livorno, sezione Bandi e Gare, a questo link. La gara si svolge interamente per via telematica sul portale Start http://start.e.toscana.it/comune-livorno attraverso il quale potranno essere anche richiesti eventuali chiarimenti.

Riproduzione riservata ©