Nasce l’agenzia sociale per la casa. Dettagli

Mediagallery

E’ stato siglato a Palazzo Municipale un protocollo d’intesa per la condivisione di un percorso formale finalizzato alla costituzione di un’Agenzia Sociale per la Casa. A firmarlo sono stati il Comune di Livorno, Casalp e i rappresentanti del terzo settore, Arci, Caritas, Misericordia, SVS, Associazione Randi, AUSER, San Benedetto, CESDI Centro servizi donne immigrate, Anmic Livorno, Opera Santa Caterina. Come spiega l’assessore al Sociale Ina Dhimgjini, l’Agenzia Sociale per la Casa andrà a sostituire l’Agenzia dell’Affitto, che era nata nel 2011 (ed è destinata a essere chiusa entro il 31-12-14) per favorire l’accesso al mercato dell’affitto di quei cittadini che percepiscono redditi troppo alti per rivolgersi all’edilizia residenziale pubblica ma troppo bassi per sostenere i canoni di locazione del mercato immobiliare. La nuova agenzia, in linea con la nuova normativa regionale in fase di approvazione, non utilizzerà solo il sistema degli affitti calmierati, ma potenzierà i servizi tesi ad affrontare l’emergenza casa “con azioni di sviluppo che vadano a creare una condivisione di finalità – dice l’assessore Dhimgjini – e che possano rilanciare in maniera nuova e creativa le politiche abitative di Livorno in integrazione con l’operato delle commissioni attive e con gli enti che a vario titolo hanno lavorato e stanno lavorando su questi temi”.
Tra le possibili azioni anche la creazione dei servizi di housing sociale quali l’ istituzione e gestione di “Alberghi diffusi”, e di cohousing partecipato (Abitare Solidale), gruppi di coabitazione solidale, e in generale di microprogettazione finalizzata a risposte differenziate per l’emergenza abitativa.

Riproduzione riservata ©