Inaugurato il ponte mobile in Fortezza

Apertura inaugurale del ponte mobile che collega la Fortezza Vecchia alla città, giovedì 25 giugno, ore 16.30, in occasione della presentazione del libro “Livorno: un porto e la sua città”

Mediagallery

Apertura inaugurale del ponte mobile che collega la Fortezza Vecchia alla città, giovedì 25 giugno, alle 16.30, in occasione della presentazione del libro “Livorno: un porto e la sua città”, curato dall’architetto Marco Massa e commissionato dall’Authority (clicca sul link in fondo per vedere le foto dell’inaugurazione).
Appuntamento nella piazzetta Tito Neri (in prossimità di via della Cinta Esterna). È quanto hanno concordato nei giorni scorsi a Palazzo Rosciano il segretario generale dell’APL Massimo Provinciali e rappresentanti della Capitaneria di Porto e del Comune.  Alla cerimonia inaugurale saranno presenti la vicesindaco Stella Sorgente, il commissario dell’Authority Giuliano Gallanti e il segretario generale Massimo Provinciali. Si tratta di una prima apertura, al momento non continuativa. Gli orari e i tempi di funzionamento del ponte saranno infatti strettamente legati alle varie attività programmate all’interno del complesso monumentale. Un programma di gestione straordinaria del ponte mobile verrà definito e pubblicato nei prossimi giorni. La data scelta per l’inaugurazione del ponte è simbolica: il libro che è stato presentato il 25 giugno in Fortezza Vecchia, riguarda, infatti, proprio il tema dell’integrazione tra il porto e la città. Il ponte mobile, spalancando le porte della monumento alla cittadinanza, rappresenta il fulcro di un nuovo rapporto tra gli spazi pubblici nell’ambito del waterfront.

Si ricorda che il ponte è stato realizzato dal Comune di Livorno, attraverso la ditta INGEMAR Srl di Milano al costo di €. 184.503,50 più IVA (8% del ribasso rispetto all’importo di gara). Il pontile, realizzato, in legno, acciaio e alluminio, si distingue per il meccanismo di apertura, consistente nello scorrimento coassiale della parte mobile su quella fissa Questo accorgimento è teso a incrementare il livello di sicurezza per le imbarcazioni in quanto evita di ingombrare, durante l’apertura e la chiusura, spazi d’acqua navigabili. I materiali impiegati hanno caratteristiche di alta resistenza alla salinità dell’ambiente marino. L’opera comprende un sistema di luci a LED collocato nella parte inferiore del corrimano, che illuminerà direttamente il percorso valorizzando al contempo la percezione visiva dell’opera. L’operazione rientra nelle attività previste dal progetto PORTI (Ports et Identité), di cui il Comune di Livorno è partner. Si tratta di un progetto  coordinato dalla Regione Corsica e finanziato dal Programma Europeo di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia “Marittimo” 2007/2013.

Riproduzione riservata ©