Disastri idrogeologici, Nogarin: “Gestione disastrosa”

Mediagallery

“I tragici eventi di Genova, Alessandra, Parma, Emilia Romagna, e da ultimo Grosseto e la Maremma confermano, se mai ce ne fosse stato bisogno, che la tutela del territorio rappresenta ormai una vera e propria emergenza”.  A dichiararlo è il primo cittadino di Livorno Filippo Nogarin che ha commentato così i recenti disastri idrogeologici accaduti in Italia.
“Il fatto che eventi simili accadano in territori tra loro diversi – continua il sindaco -dal punto di vista geomorfologico dimostra come ormai il problema abbia assunto una dimensione endemica anche nel nostro Paese. I lutti e le emergenze richiamano ovviamente tutti ad un senso di rispetto e responsabilità tali da evitare ogni forma di polemica o peggio ancora di bieca strumentalizzazione politica”.
Nogarin continua e punta il dito sulla gestione del territori. “I fatti però ormai parlano chiaro. Dobbiamo archiviare decenni di disastrosa e scellerata gestione del territorio vittima costante di cementificazione, e incuria in nome di una deregulation edilizia vista come strumento principe di sviluppo economico e speculazione. Occorre invertire questo approccio. Appaiono del tutto pretestuose – spiega il sindaco – le discussioni su poteri straordinari, poteri speciali o commissariamenti. Occorre ricostruire il rapporto uomo-ambiente su basi completamente diverse. Nell’immediato il Governo con la Legge di stabilità ha l’occasione e lo strumento, non solo per stanziare i fondi necessari, ma anche e soprattutto – conclude il sindaco – per sottrarre finalmente alla logica del Patto di Stabilità tutte le risorse che i Comuni decidono di investire negli interventi di lotta al dissesto idrogeologico. Solo così ci troveremmo di fronte ad una politica che oltre a piangere, urlare e promettere sa finalmente calarsi nel concreto del fare”.

 

Riproduzione riservata ©