Ctt, via al nuovo deposito E in via Meyer?

Il trasferimento nella nuova sede avverrà per gradi, da ora a dicembre 2015. Intanto approvato dall’assemblea dei soci il bilancio 2014 di Ctt Nord con un netto miglioramento

E’ stata siglata la convenzione tra Comune di Livorno e CTT Nord per la concessione, in via transitoria, del deposito Mezzi Trasporto Pubblico di via Peppino Impastato/via del Levante (comprensivo di uffici, officina e deposito bus, 4 ettari di terreno, 170 posti per autobus. 40 stalli per rifornimento metano e 4 per rifornimento rapido, pozzo che rifornisce autolavaggio e vasca antincendio. Costo totale 12 milioni). Nella stessa convenzione si stabilisce la riconsegna al Comune dell’immobile di via Meyer, che è sempre stato utilizzato dalle aziende che nel tempo si sono susseguite nella gestione del trasporto pubblico locale. A firmare l’atto sono stati il dirigente Comunale Giuliano Belli e l’avvocato di CTT Nord Massimo Abbagnale; presenti il sindaco Filippo Nogarin, il presidente di CTT Nord Andrea Zavanella e il vicepresidente Alessandro Amato.
Una firma di notevole portata per il Comune di Livorno, visto che chiude una partita che si è protratta per molti anni.
Gli atti fondamentali: con deliberazione consiliare del 19/12/2000 venne prevista la delocalizzazione della sede del servizio di trasporto pubblico nell’ambito del “Nuovo Centro”; scelta confermata con deliberazione consiliare n.192 del 4/12/2008. Con delibera n.45 del 14/2/2007 è stato quindi approvato il progetto definitivo relativo alla Nuova sede e deposito Azienda Pubblici Trasporti. Per la realizzazione del progetto l’Amministrazione scelse la formula del contratto di locazione finanziaria,stipulato con Monte dei Paschi di Siena Leasing and Factoring s.p.a.
I lavori del deposito si sono conclusi nel dicembre 2014 (il collaudo è avvenuto il 22 dicembre), con determina del Dirigente del Dipartimento dei Lavori Pubblici Arch. Riccardo Maurri. Entro metà settembre, hanno assicurato i dirigenti del Ctt Nord, sarà liberata via Meyer dagli autobus con il trasferimento dei mezzi e delle officine. Entro l’autunno il definitivo trasferimento degli uffici.
ctt deposito autobus (1)Apre il nuovo deposito – Oggi, giovedì 9 luglio,  la struttura di via Peppino Impastato viene assegnata a CTT Nord, in via transitoria, appunto, fino alla conclusione della gara per l’affidamento del lotto unico regionale del Trasporto Pubblico Locale, visto che si tratta dell’azienda che, fino all’esito della gara, gestirà il trasporto pubblico a Livorno.
“La concessione avrà durata fino alla conclusione della procedura di gara indetta dalla Regione Toscana – è precisato nella convenzione – per l’affidamento del TPL incluso nell’ambito di Livorno e al conseguente subentro del gestore unico. Qualora la gara non dovesse concludersi entro il 31 dicembre 2016, il Comune e la CTT Nord dovranno comunque procedere alla stipula di una nuova convenzione, di diversa durata, per meglio definire le modalità e le condizioni di utilizzo del bene”. Il canone mensile iniziale stabilito nella convenzione è di 42.143,66 euro, che sarà aggiornato annualmente su base Istat. Il trasferimento nella nuova sede avverrà per gradi, da ora a dicembre 2015.
Come detto, CTT Nord con la stipula della stessa convenzione riconsegna al Comune il deposito di via Meyer, sul quale l’Amministrazione si riserva di decidere per una futura destinazione e per una sua adeguata valorizzazione, anche in chiave turistico ricettiva.
ctt deposito autobus (6)E il futuro di via Meyer? – Attualmente per la ricollocazione dell’ormai ex deposito di via Meyer vige ancora il piano strutturale del 2009 che prevedeva costruzioni di case e di parcheggi. “Case? Ce ne abbiamo già troppe a Livorno –  ha dichiarato davanti alla stampa il sindaco Nogarin durante la presentazione del nuovo deposito – Abbiamo tante idee in testa per la ricollocazione della struttura che dovrà subire, prima di qualsiasi passo, una bonifica. Sicuramente non vogliamo svelare le ipotesi adesso affinché una prevalga così l’altra. E’ attivo un percorso di partecipazione condiviso con i cittadini che dobbiamo sviluppare anche a seguito della discussione del nuovo piano strutturale. L’area di via Meyer dovrà essere valorizzata nel contesto dove è attualmente locata ossia in un’area di waterfront – continua il sindaco – e un’area museale dove ricadono tra l’altro Villa Mimbelli, l’Acquario e la Terrazza Mascagni. Ci sono molti contesti attivi intorno e molte strutture che possono essere messe a sistema con collegamenti logici e logistici. Staremo a vedere”.
In questo senso saranno preziose anche le proposte emerse dal percorso partecipativo Il futuro è dietro la Porta a Mare, portato avanti dal Comune con il coordinamento della vicesindaco Stella Sorgente e degli assessori Autigi e Baldari.

ctt5Bilancio Ctt Nord – Approvato dall’assemblea dei soci il bilancio 2014 di Ctt Nord che rimane in perdita per circa 1 milione e settecentomila euro ma con un netto miglioramento rispetto al bilancio 2013 nel quale l’azienda perdeva circa 4 milioni e seicentomila Euro. Il miglioramento sensibile ha visto praticamente annullarsi la differenza tra costi e ricavi con un risultato operativo di – 160.000 Euro a fronte di un fatturato di oltre 96 milioni di Euro in crescita di quasi un milione rispetto all’anno precedente. Durante l’assemblea che si è aperta con la notizia del respingimento da parte del TAR del ricorso presentato dai francesi di RATP contro la gara a lotto unico, i soci hanno particolarmente apprezzato gli approfondimenti sui risultati della semplificazione societaria che ha ridotto le partecipate del gruppo da 18 a 11 con un risparmio di circa 8 centomila Euro solo sui costi degli organi societari rispetto alla situazione precedente alla fusione (2012). I soci hanno potuto apprezzare anche i miglioramenti in termini di maggiore produttività generati dalla nuova regolamentazione aziendale che ha visto salire i giorni di lavoro medi e ridursi malattie, infortuni e ritardi. In Assemblea sono stati evidenziate anche le forti criticità generate dal ritardo dei pagamenti da parte degli Enti con oltre 30 milioni che CTT avanza da tutti i livelli della Pubblica Amministrazione: Stato, Regione ed Enti Locali utenti del servizio. Il Presidente Zavanella ha concluso invitando i soci a farsi parte attiva anche per la risoluzione possibilmente amichevole dei contenziosi in essere con gli Enti utenti del servizio in vista della gara e prima che le cause arrivino a sentenza.

Riproduzione riservata ©