Magrignano, i cittadini con il Comune nella pulizia

Mediagallery

Gli abitanti di Borgo di Magrignano affiancheranno il Comune in una giornata di pulizia straordinaria del quartiere (in programma per il 21 giugno), contribuendo a tirare a lucido, in particolare, le aree private e in quelle non ancora date in piena gestione al Comune stesso.
E’ il risultato di una serie di incontri preparatori, culminato questa mattina in un sopralluogo tecnico al quale hanno partecipato l’Ufficio Ambiente, l’Ufficio Verde e l’Ufficio Protezione Civile del Comune di Livorno, AAMPS, un gruppo di cittadini di Magrignano e la Coop. Edilporto.
Il sopralluogo ha avuto lo scopo di calibrare meglio l’iniziativa (inserita nel percorso già sperimentato con successo “Tiriamo a lucido la città”) che sarà dedicata appunto al quartiere di Magrignano per restituirne il decoro urbano e cercare di limitare il più possibile gli usi illegittimi di diverse aree (abbandoni di rifiuti, etc.).
Alcuni lavori partiranno già dalla prossima settimana: saranno pulite le aree in cui non sono presenti cantieri edili, sia dalla vegetazione infestante, sia da abbandoni di rifiuti perpetrati nel tempo.
La Coop Edilporto si è dichiarata disponibile ad eseguire, subito dopo la pulizia, un intervento di confinamento delle aree aperte con recinzioni, per scoraggiare gli abbandoni e creare una migliore visuale dei luoghi che oggi si trovano in una situazione non ancora definita, visto che alcuni cantieri sono fermi.
Come è stato evidenziato nel corso degli incontri, il decoro urbano non può comunque attendere che sia completato il comparto e allora la cittadinanza si è resa disponibile ad affiancare l’Amministrazione Comunale.
Il 21 giugno i cittadini troveranno tutti i soggetti competenti nel loro quartiere e potranno “dare una mano” a restituire decoro ai luoghi. Si tratta di una iniziativa tesa a far risaltare la collaborazione necessaria e insostituibile che si deve istaurare sempre più tra la città e l’Amministrazione Comunale, senza per questo dover trascurare le competenze formali e giuridiche che sono in mano alle Istituzioni.
Infatti sono i cittadini che, vivendo un quartiere, lo conoscono meglio e possono saper indirizzare le operazioni da eseguire e quali sono i punti da migliorare. Per questo dopo una serie di incontri “in ufficio” è nata questa idea che dovrà essere esportata anche in altre zone della città.
Si ricorda che sono ormai in corso di ultimazione i lavori di pulizia e ripristino ambientale che l’Amministrazione Comunale ha avviato nelle scorse settimane presso Vallin Buio e sono terminati anche gli interventi presso le Terme del Corallo.

Riproduzione riservata ©