Drass, il sindaco incontra l’azienda. I dettagli

Mediagallery

Il sindaco Filippo Nogarin ha incontrato il 24 giugno il general manager della Drass e altri rappresentanti dell’azienda (leggi qui la problematica relativa all’azienda leader nel settore delle tecnologie marine).
Obiettivo, individuare una soluzione tecnica possibile che possa essere rappresentata alle Ferrovie (RFI). La Drass, com’è noto, ha contestato l’intervento finalizzato alla soppressione degli ultimi due passaggi a livello rimasti in città (quello di via delle Sorgenti e quello di via Provinciale Pisana, mediante la realizzazione dei relativi sottopassi) lamentando che l’intervento di via delle Sorgenti “taglierà in due” la fabbrica mettendo a rischio l’attività e l’occupazione
L’intervento, si ricorda, cofinanziato dal Comune di Livorno, viene eseguito dalle Ferrovie dello Stato, tramite la società controllata R.F.I Spa (Rete Ferroviaria Italiana). Il costo delle opere è di 7 milioni e 500mila euro, a carico di R.F.I, con la compartecipazione del Comune di Livorno per 4 milioni e mezzo di euro, di cui 2 milioni coperti da finanziamenti CIPE (contributi Stato-Regione).
Ascoltate le ragioni dell’azienda, il sindaco si è impegnato ad aprire da subito un tavolo di lavoro individuare con gli uffici tecnici ipotesi progettuali alternative e possibili in termini di pianificazione urbanistica, da proporre alle Ferrovie.
Domani Comune (sindaco e tecnici), Drass e RFI si incontreranno per confrontare le rispettive posizioni e individuare un percorso.

Riproduzione riservata ©