Voragine e piramide di vetro: quanto costa il riparo

Gli uffici hanno già predisposto il progetto di ripristino con il quadro tecnico economico dei lavori che richiederanno una spesa complessiva (Iva compresa) di 14.700 euro

Mediagallery

Parlare di buca è riduttivo. Somiglia di più a un cratere il cedimento verificatosi l’11 maggio sulla pista ciclabile del lungomare. Un cratere di circa due metri di larghezza e uno di profondità che si è aperto all’altezza dei bagni Pejani. Il Comune di Livorno interverrà nell’arco di una settimana o poco più per ripristinare le buche, prodotte dalle mareggiate, che si sono create lungo la passeggiata a mare all’altezza dei bagni Pejani e dell’hotel Universal. Gli uffici tecnici stanno infatti predisponendo gli atti necessari all’affidamento dei lavori che comporteranno il ripristino della muratura a mare, con rinforzo dell’intonaco distaccato, e il successivo riempimento delle buche a livello. Gli uffici hanno già predisposto il progetto di ripristino con il quadro tecnico economico dei lavori che richiederanno una spesa complessiva (Iva compresa) di 14.700 euro.

Sistemata la piramide – Non c’è “pace” per la piramide in vetro posta sotto il ponte di Santa Trinita, Largo Tito Neri, proprio di fronte al ponte mobile della Fortezza Vecchia. Quattro vetri del lucernario che compongono la piramide sono stati nuovamente spaccati rendendo la zona circostante il manufatto pericolosa e indecorosa. Il Comune ha provveduto a sostituirli con nuove lastre di vetro, sempre del tipo antifortunio, ed ha colto l’occasione per effettuare anche un intervento di pulizia delle piante infestanti che sono cresciute all’interno della piramide.
Non è la prima volta purtroppo che la piramide viene danneggiata per atti vandalici; il Comune ha effettuato l’ultimo intervento di ripristino delle parti in vetro nel settembre del 2014.

 

Riproduzione riservata ©