Via dell’Ecologia? Sì, ma non troppo

Mediagallery

Si chiama via dell’Ecologia e, stante il nome, potremmo immaginarla contornata di fiori e piante rigogliose, arredi urbani accoglienti e, magari, una fontana che zampilla acqua cristallina. Tutto ciò sarebbe effettivamente esagerato. Stiamo parlando di una strada periferica nella zona industriale a nord della città contornata da imprese che, comunque, pur non trovandosi nel cosiddetto “salotto buono”, reclamano legittimamente il diritto di avvalersi di spazi puliti e decorosi. Ed è proprio quello che il Comune di Livorno ed A.Am.P.S. SpA garantiscono continuativamente durante tutto l’arco dell’anno, effettuando attività di spazzamento manuale e meccanico, raccolta periodica dei rifiuti e manutenzioni varie. Non basta. La zona è stata presa di mira da ignoti che, soprattutto nelle ore notturne, scaricano in più punti materiali di ogni tipo, anche pericolosi, costringendo l’azienda ad interventi straordinari radicali e costosi. Ieri, martedì 20 ottobre 2015, l’ennesima azione di ripristino delle migliori condizioni di pulizia in tutta l’area (via di Vallin Buio compresa), con gli operatori impegnati per l’occasione anche con l’attività di diserbo. Presenti anche gli ispettori ambientali per individuare elementi potenzialmente utili ad identificare gli autori degli scempi a favorire le indagini della Polizia Municipale.

Riproduzione riservata ©