Una stazione meteo sul tetto del Comune

La installerà l’Istituto di Biometereologia del CNR di Livorno. I dati rilevati saranno visibili in tempo reale, dal 24 al 31 maggio, su display dedicati e collocati in aree interne pubbliche

Mediagallery

“Come sono cambiati nel tempo gli strumenti e le comunicazioni legate al meteo dall’Osservatorio Pietro Monte ad oggi”: da martedì 24 fino al 31 maggio, ecco l’ ultimo evento del calendario “Primavera della Scienza 2016”. Quest’anno il tema della XII edizione della Primavera della Scienza (calendario di appuntamenti a carattere scientifico) era l’impulso delle telecomunicazioni, e l’Istituto di Biometeorologia del CNR insieme all’Ufficio Cultura del Comune di Livorno ha organizzato come ultimo appuntamento un evento per illustrare come sono migliorati nel tempo non solo gli strumenti, ma anche le modalità di trasmissione: un excursus dal telegrafo alle nuove tecnologie delle stazioni mobili.
L’Ibimet (l’Istituto di Biometereologia del CNR di Livorno) installerà una stazione meteo temporanea sul tetto del Palazzo Comunale. Grazie alla rete interna messa a disposizione dal Comune, i dati rilevati saranno visibili in tempo reale, dal 24 al 31 maggio su display dedicati e collocati in aree interne pubbliche. A corredo ci saranno alcuni pannelli illustrativi che racconteranno la storia della meteorologia livornese e il ruolo avuto dall’Osservatorio Meteorologico “Pietro Monte” attivo quasi ininterrottamente dal 1856 al 1998 di proprietà del Comune di Livorno, sito nella sede dell’ISIS “Niccolini” che ha rivestito un ruolo importante all’interno della meteorologia nazionale e internazionale. Info: Comune Livorno Ufficio Cultura, Spettacolo e Rapporti con l’Università e Ricerca 0586.820494
www.comune.livorno.it

Riproduzione riservata ©