Trivellazioni in mare. Arriva il referendum

Mediagallery

Domenica 17 aprile 2016 si svolgerà il referendum popolare sulle trivellazioni in mare, abrogativo della norma che prevede che i permessi e le concessioni a esplorazioni e trivellazioni dei giacimenti di idrocarburi entro dodici miglia dalla costa abbiano la “durata della vita utile del giacimento”. Al voto possono partecipare per la prima volta anche gli italiani temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche, che potranno farlo per corrispondenza. Le modifiche introdotte con legge 6 maggio 2015, n. 52 alla legge sul voto all’estero (L. 459/2001), introducono infatti questa possibilità che riguarda sia gli elettori che i loro familiari conviventi temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale. La domanda, presentata su apposito modello di opzione Ministeriale debitamente compilato e sottoscritto dall’interessato (scaricabile anche sul sito del Comune di Livorno www.comune.livorno.it) e accompagnata da fotocopia di un documento d’identità valido, dovrà pervenire al Comune dove si è elettoralmente iscritti entro e non oltre le ore 13 di venerdì 18 marzo 2016, trentesimo giorno antecedente la votazione (in tal senso Circolare M.I. n. 3/2016). Diverse le modalità di consegna per quanto riguarda il Comune di Livorno: a mano, all’Ufficio Elettorale del Comune di Livorno, in Piazza Civica 50 al 1° piano del Palazzo Anagrafe, oppure per posta elettronica all’indirizzo [email protected] o all’indirizzo pec [email protected] Per eventuali informazioni: Ufficio Elettorale, tel. 0586.82.04.49 – 0586.82.04.53.

Riproduzione riservata ©