Tragedia di Capraia, commemorate le otto vittime

Mediagallery

Nella mattinata del 30 ottobre 2015, con una cerimonia tenutasi di fronte allo specchio d’acqua davanti la Chiesa di San Jacopo è stato celebrato il quindicesimo anniversario della sciagura aerea in cui persero la vita, nelle acque antistanti l’isola di Capraia, sette Carabinieri ed un Agente della Polizia Municipale.
La sera del 30 ottobre del 2000, infatti, l’elicottero dei Carabinieri AB 412, decollato pochi minuti prima da Capraia alla volta di Livorno, giunto all’altezza dell’isola di Gorgona precipitò in mare causando la morte di tutti gli occupanti: i Marescialli Rocco Vignola, Riccardo Di Meo, Elvio Possemato, Ludovico Muratori, Cristiano Matano, Marco Zaccani, il Carabiniere Massimiliano Montanino e l’Agente della Polizia Municipale Alessandro T. Benelli.
Alla presenza dei familiari delle vittime, del Comandante della Legione Carabinieri Toscana, Generale B. Emanuele SALTALAMACCHIA, del Comandante della 2^ Brigata Mobile Carabinieri, Generale B. Sebastiano COMITINI, del Comandante Provinciale di Livorno, Colonnello Roberto RICCARDI, di colleghi ed amici, all’interno della Caserma “Amico” è stata deposta una corona davanti alla lapide con i nomi dei caduti. La commemorazione è poi proseguita nei pressi del molo da cui si affaccia la Chiesa di San Jacopo dove, mentre il trombettiere intonava il silenzio, è stata gettata in mare una corona di fiori. La cerimonia è terminata all’interno della stessa Chiesa, ove è stata celebrata una messa dal cappellano militare della Legione Carabinieri Toscana, don Mauro Tramontano.

Riproduzione riservata ©