Torna in città la Luce della Pace

Mediagallery

di Roberto Olivato

Giungerà a Livorno, accompagnata dal Gruppo Scout Livorno 7°, la Luce della Pace. Da 15 anni la Luce della Pace viene accolta a Livorno dal gruppo degli adulti scout Masci di Livorno e dagli scout Agesci della zona di Livorno rappresentati nell’organizzazione dal gruppo Agesci Livorno 10. “La luce della pace – spiega la comunità capi del Livorno X in una nota – in tutti questi anni è stata portata ovunque ci sia stato chiesto, presso parrocchie (San Matteo, San Giuseppe, Nostra Signora di Fatima, San Giovanni Gualberto, San Pio X, Salesiani Sacro Cuore, ecc… ), nelle case di riposo per gli anziani (Villa Serena), presso strutture pubbliche”.
L’iniziativa creata nel 1986 dalla radio televisione ORF di Linz e denominata “Operazione Luce della Pace da Betlemme”. Nella chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio, che arde da moltissimi secoli ed è alimentata dall’olio donato a turno da tutte le nazioni cristiane del mondo. La luce della lampada che è distribuita agli scout dei Paesi europei grazie agli scout austriaci del Pfadfinder und Pfadfinderinnen Osterreich, giunse per la prima volta in Italia nel 1992. A Livorno la lampada arriverà alla stazione sabato 20 alle 16 , dove ad accoglierla ci sarà il gruppo Scout Livorno 7° che, dopo un momento di preghiera, l’accompagnerà sino alla chiesa dei Santi Pietro e Paolo dove alle 18 il parroco, padre Gabriele Bezzi, celebrerà la S. Messa che sarà preceduta da un momento di preghiera attorno alla lampada.
Padre Gabriele qual è il significato di questa iniziativa? “La luce della Pace è simbolo di fratellanza, amicizia, carità e speranza e dove l’amore verso il prossimo, che gli Scout giornalmente mettono in pratica con una buona azione, ne rappresenta il collante”.  L’arrivo della Luce della Pace sarà anche l’occasione per raccogliere offerte spontanee  in aiuto a bambini invalidi, emarginati sociali, ma anche stranieri bisognosi, come ad esempio i profughi.

Riproduzione riservata ©