Social card, protesta in Comune

Mediagallery

Protesta (pacifica) davanti al Comune, questa mattina, intorno alle 11,30, da parte di un gruppo di persone (nella fotogallery di Simone Lanari). “Armati” di social card e lenzuoli-slogan (“Vergognatevi, rivogliamo i nostri diritti. Il Comune ci ha tagliato una speranza di vita” e “Non fatti ma parole. Noi non ci fermiamo”) si sono dati appuntamento in piazza del Municipio per protestare contro i tagli decisi dall’amministrazione, a seguito del taglio imposto dal governo, al contributo economico, sottoforma di card appunto, erogato da parte dei servizi sociali. Sono coinvolti circa 500 livornesi. Parliamo di pochi soldi, dai 40 agli 80, ma che per chi non ha niente o quasi, possono fare la differenza. Il 6 febbraio è previsto un incontro fra l’assessore al sociale e i rappresentanti delle famiglie. Nell’attesa, i manifestanti fanno presente che nessun rappresentante di Palazzo Civico è sceso per parlare con loro.

Riproduzione riservata ©