“Più controlli contro le false griffe”

Mediagallery

di Filippo Ciapini

“Meglio prevenire che reprimere”. Così Girolamo Bonfissuto, Vice Prefetto Vicario di Livorno, ha presentato nella conferenza stampa di lunedì 18 agosto il piano contro i venditori ambulanti presenti nelle spiagge del litorale da Livorno a Piombino. Un’operazione che recepisce la recente direttiva del ministro Alfano e che interesserà tutti i responsabili delle forze dell’ordine. Polizia, carabinieri e guardia di Finanza svolgeranno fino a metà ottobre controlli che serviranno a rintracciare le merci contraffatte. A Livorno la task force sarà concentrata sul viale Italia fino a Quercianella. Anche la Capitaneria di Porto avrà un ruolo fondamentale: opererà sulle spiagge più colpite da questo fenomeno come quelle di Vada e Cecina per garantire pace e serenità ai bagnanti.
Alla conferenza erano presenti anche i principali esponenti delle varie forze dell’ordine che, dall’inizio dell’estate, non si sono limitati a contrastare il fenomeno dell’abusivismo ma hanno agito su più fronti eseguendo circa 3000 controlli che hanno portato ad arresti, verbali e denunce. Grazie a questi servizi mirati si è evidenziato un notevole calo dei vari reati, compresi quelli sul patrimonio. Un esempio per tutti è stato fornito dal comandante provinciale del Corpo Forestale che ha sottolineato come la quantità di incendi dolosi sul territorio livornese si sia drasticamente ridotta a sporadici episodi di scarsa rilevanza.

Riproduzione riservata ©