Sosta selvaggia, 200 multe. Rissa in Venezia, auto ko

Duecento multe. Anzi, 204 per l'esattezza. E' il bilancio dei controlli svolti dalla polizia municipale fra venerdì 4 e sabato 5 marzo nelle strade della movida e non solo

Mediagallery

Duecento multe. Anzi, 204 per l’esattezza. E’ il bilancio dei controlli svolti dalla polizia municipale fra venerdì 4 e sabato 5 marzo nelle strade della movida e non solo. Un bilancio al quale si deve aggiungere l’ennesimo episodio di violenza in Venezia. E’ accaduto nella notte fra sabato 5 e domenica 6 marzo e in base a quanto ricostruito dalle parole ai fatti sono passati alcuni ragazzi. Una scazzottata, nata per futili motivi, e culminata con un colpo, forse una testata, finito contro il lunotto posteriore, andato in frantumi, di una Micra parcheggiata in via dei Pescatori, zona tribunale. A farne le spese, ancora una volta, un residente.
Tornando alle multe, sono state sanzionate le auto in soste contrarie al codice della strada. Nel dettaglio sono state elevate 36 multe in piazza della Vittoria, 17 in piazza Cavour, 6 in piazza Grande, 24 al Mercato, 52 in via Marradi, 27 fra piazza Mazzini e piazza Giovine Italia e 17 in via Gramsci. E in Venezia? 16 nella Ztl in Venezia interno, 7 all’esterno della Ztl. La municipale ha registrato un aumento di scooter in sosta nelle aree pedonali, nessuna criticità invece per quanto riguarda la viabilità e la sosta in piazza del Luogo Pio e via Borra. Controlli mirati saranno ripetuti. Infine, in viale N. Sauro è stata sanzionata una sola auto per sosta sul marciapiede. Una sola multa anche in via della Madonna per un veicolo presente nell’area pedonale. In totale, dunque, 204 fogli rosa.
Le criticità maggiori si registrano in piazza Giovine Italia da dove, in conseguenza della nuova viabilità, piovono segnalazioni e richieste di intervento da parte di cittadini esasperati in particolare durante le ore serali per la presenza di veicoli sui marciapiedi, in doppia fila e sulla nuova rotatoria. Altre segnalazioni di sosta selvaggia su marciapiedi, scivoli, attraversamenti pedonali e stalli per disabili senza averne l’autorizzazione arrivano soprattutto da piazza della Vittoria, Battisti, Origine, Fagiuoli e via E. Rossi. Per dare una risposta incisiva alle criticità evidenziate dai cittadini venerdì 4 marzo è stato organizzato un servizio mirato alla prevenzione e repressione del fenomeno delle soste in divieto.

 

 

Riproduzione riservata ©