Occupata Casalp. “Dateci 126 alloggi”

Mediagallery

Occupata la mattina di venerdì 5 giugno la sede di Casalp da Sindacato Inquilini Asia-Usb. Un’occupazione dimostrativa per chiedere che vengano distribuiti i 126 alloggi della Chiccaia che attualmente sono lasciati vuoti in attesa di demolizione.
Ecco la lettera con le richieste inviate al Comune e alle Istituzioni – “In questi giorni alcune famiglie abitanti della Chiccaia saranno finalmente  trasferire negli alloggi della Padula. Il blocco della Padula è stato  costruito per ospitare famiglie assegnatarie tramite graduatoria ERP ma  successivamente è stato destinato a “coprire” le esigenze dei piani di recupero. Non contestiamo la legittimità dei trasferimenti in alloggi  nuovi ma non accetteremo che il palazzo della Chiccaia, che ospita al suo interno 126 alloggi, sia lasciato vuoto fino al giorno della demolizione.

DSC_2604A fronte di un disagio abitativo crescente qualsiasi alloggio pubblico deve essere messo a disposizione delle famiglie in difficoltà. Con il presidio di venerdì 5 giugno pretendiamo risposte certe sul futuro del blocco della Chiccaia e intimiamo la dirigenza e gli uffici tecnici di Casalp a non procedere con la sistematica distruzione degli impianti (idraulico ed elettrico) degli alloggi di volta in volta liberati.
Intimiamo la dirigenza e gli uffici tecnici di Casalp a non procedere con la chiusura definitiva degli alloggi e chiediamo che gli stessi siano immediatamente consegnati temporaneamente alle famiglie sotto sfratto o che vivono da tempo in alloggi di fortuna”.

Sindacato Inquilini Asia-Usb

Riproduzione riservata ©