Siringhe davanti all’asilo, interviene Aamps

Mediagallery

E’ un servizio realizzato quotidianamente in diversi punti della città ma, in alcune occasioni, anche in zone “atipiche” indicate dalla Polizia Municipale, dall’ufficio Ambiente del Comune di Livorno o dagli stessi cittadini (leggi qui l’articolo con l’appello delle mamme della scuola materna). La raccolta delle siringhe usate e abbandonate sul suolo pubblico è un fenomeno sociale che, oltre a rappresentare condizioni di degrado urbano, può creare allarmismo nella comunità per il rischio di incappare incautamente in una puntura d’ago. E’ quanto è accaduto ieri in viale Caprera nel rione Venezia dove, a seguito della segnalazione delle insegnanti della scuola materna S. Ferdinando, gli operatori di Aamps sono prontamente intervenuti per rimuovere alcune siringhe usate e lacci emostatici lasciati nella notte a ridosso del marciapiede (nell’occasione è stata effettuata anche un’accurata e straordinaria attività di spazzamento manuale). Il fatto è stato denunciato alle forze dell’ordine preposte al controllo del territorio e gli ispettori ambientali presidieranno la zona nelle prossime settimane con maggiore continuità.
Nel ricordare che gli aghi delle siringhe dopo l’uso devono essere coperti con l’apposito cappuccio e gettati nei contenitori per i rifiuti indifferenziati (a seguire è prevista la consegna agli impianti di smaltimento autorizzati), Aamps invita la cittadinanza a segnalare anche questi abbandoni al numero verde 800-031.266 per attivare il rapido intervento.

Riproduzione riservata ©