Niente soldi, stop al camper anti-alcol

Mediagallery

Il camper di Okkio Bimbi si ferma. Lo avrete visto qualche volta in giro proprio per il suo servizio di prevenzione sull’uso e l’abuso di alcol tra i giovani. Magari l’avete notato di sfuggita, eravate incuriositi ma in tanti non avete avuto il coraggio di avvicinarvi, qualcuno ha chiesto informazioni o è venuto a chiedere “Ciao! Mi fai l’alcoltest?”, alcuni ci hanno fatto una risata tra amici, altri hanno deciso di non guidare e di passare le chiavi, c’è anche chi veniva a chiedere i preservativi con un filo di voce.
“Eravamo lì con voi durante le serate. Dal 2003 andiamo nei luoghi di divertimento notturno, non molti a Livorno, a offrire un servizio di riduzione del danno degli effetti dell’alcol e di sensibilizzazione –  spiegano i ragazzi di Okkio Bimbi tramite la loro pagina facebook subissata okkio1da messaggi di incoraggiamento e di dispiacere per la notizia che da venerdì sera è stata diffusa in rete –  Tuttavia, da gennaio 2015, le associazioni che gestiscono il servizio per conto della Asl6 di Livorno non ricevono i fondi concordati per far andare avanti il progetto – continuano dalla pagina facebook- Per 15 mesi si sono impegnate a garantire il servizio, perché ci sembra importante (ora come non mai) essere presenti nel territorio e far capire che il divertimento può essere anche sicuro. Purtroppo però, ad oggi, ancora questi fondi non sono stati elargiti e le associazioni non riescono più a sostenere le spese. Siamo quindi costretti, a malincuore, a sospendere il servizio. Ci avete fatto compagnia per tante sere e speriamo di aver fatto, anche noi, compagnia a voi! Speriamo di rivederci al più presto! Come sempre, ‪#‎BevoNonGuido‬”.

Riproduzione riservata ©