Tutti pazzi per lo scooter. Livorno al top

In città e provincia la presenza di motocicli sfiora il 25% dei mezzi circolanti contro una media nazionale di circa il 13%. Quarto posto in Italia dietro Genova, Imperia e Savona e davanti solo a Trieste

Mediagallery

Livorno capitale dei mezzi a due ruote. Se volete dirla meglio a Livorno è scooter-mania. Quella che era una sensazione trova conferma nella ricerca “Stetoscopio – Il sentire degli assicurati italiani”, promossa dalla compagnia assicurativa online Quixa e condotta da Mps Marketing Problem Solving. In città e provincia la presenza di motocicli sfiora il 25% dei mezzi circolanti contro una media nazionale di circa il 13%. Un dato che ci piazza al quarto posto in Italia , dietro Genova, Imperia e Savona e davanti solo a Trieste. In Toscana? Massa Carrara (17,8%), Grosseto (16,6%), Firenze (16,5%), Lucca (16,4%), Pisa (16%), Siena (14,9%) e Arezzo (13,5%), tutte sopra la media nazionale. Sotto, invece, Prato (12%) e Pistoia (11,2%).
A livello nazionale, spiega la ricerca, “il 52% del campione (rappresentativo della popolazione italiana adulta) analizzato dall’indagine utilizza un ciclomotore (fino a 50 cc e 45 kmh di velocità massima) o un motociclo (superiore a 50 cc e 45 kmh), di sua proprietà o appartenente a un familiare. I dati ufficiali sul parco circolante (fonte Aci) mostrano che, dal 2004 al 2014 il numero dei soli motocicli in Italia è cresciuto del 42%, a fronte di una media del 12% per il totale dei veicoli” .

Riproduzione riservata ©