Prezzi alti, i benzinai scioperano: giorni e modalità

Mediagallery

Benzinai sul piede di guerra. Sciopero in vista per i distributori che hanno già individuato nella data del 18 giugno il giorno utile per protestare contro i prezzi troppo alti imposti dalle compagnie e contro, dicono, l’indifferenza della politica nei loro confronti. La data scelta non è casuale: la serrata del 18 coincide con l’assemblea dell’Unione petrolifera. Le braccia incrociate sono state annunciate da Fiab Confesercenti, Fegica Cisl e Figis/Anisa Confcommercio e si preannunciano grandi disagi per la circolazione su strade e autostrade.
Nelle città la protesta inizierà qualche giorno prima del 18 giugno. Andrà in scena a partire dal giorno 14, quando dalle 7 del mattino fino alle 19,30 del 17 giugno. Il 18 giugno, invece, scatterà la protesta nelle aree di servizio autostradali.
Ma non finisce qui. Il dissenso verrà manifestato anche nei giorni successivi: dal 21 giugno fino al 28 non sarà possibile pagare alla pompa con i dispositivi elettronici.

 

Riproduzione riservata ©