Abbandona rifiuti, 600 euro di multa

Mediagallery

I cittadini segnalano l’incresciosa “abitudine” di un esercente per disfarsi dei cartoni. Intervengono la polizia municipale e gli ispettori ambientali. Prima riempiva il cassonetto, poi, considerandolo con una capienza insufficiente rispetto alle necessità esclusive, accatastava il materiale con perizia a ridosso dello stesso. Alla vista degli ispettori ambientali che lo esortavano a fornire spiegazioni ha languidamente dichiarato: “Non lo sapevo. Credevo si potesse fare”. Una giustificazione poco credibile, tenuto conto che Aamps realizza un servizio di ritiro dedicato e i contenitori stradali evidenziano il divieto a disfarsi dei rifiuti con questa modalità (vedi foto allegata, ndr). E’ accaduto nei giorni scorsi in via Roma, in pieno centro cittadino. Individuato dagli abitanti della zona ad abbandonare quotidianamente numerose scatole di cartoni in strada, un commerciante è stato colto in flagranza di reato e ora rischia di pagare una multa “salata”. La polizia municipale, infatti, ha registrato la segnalazione degli ispettori ambientali è avviato l’iter per procedere nei confronti dell’incauto esercente. Tra l’altro le numerose lamentele dei cittadini, pervenute attraverso la app e il sito internet di Aamps (www.aamps.livorno.it) e supportate da immagini scattate sul posto, erano anche rivolte all’impossibilità di avvalersi di quei contenitori per gettare i rifiuti differenziati e della necessità di percorre altre decine di metri con i sacchetti in mano per raggiungere la postazione più vicina.

Riproduzione riservata ©