Riceve quadri di valore e restituisce dei falsi. Denunciato commerciante (51enne) livornese

Mediagallery

Gli erano stati consegnati 9 quadri di valore, realizzati da artisti livornesi, al fine di trovare degli acquirenti. Ma l’uomo, un corniciaio 51enne (F.M. le sue iniziali), ha pensato bene di restituire, invenduti, al proprietario solo delle copie palesemente falsificate. Le indagini del nucleo operativo della compagnia di Livorno, avviate alcune settimane fa, sono tuttora in corso con l’ausilio dei Carabinieri del nucleo tutela patrimonio artistico di Firenze per riuscire a ritrovare gli originali di 5 opere pittoriche realizzate da alcuni artisti livornesi, tra i quali Voltolino Fontani e Guido Guidi.  Stando a quanto ricostruito, il collezionista livornese nel 2013 avrebbe consegnato in “conto vendita” i quadri ad un commerciante 51enne incaricandolo di trovare dei possibili acquirenti. A luglio del 2015, tuttavia, il commerciante avrebbe restituito al legittimo proprietario, perché invenduti, 3 dei 9 quadri appropriandosi indebitamente di altre due opere. Il collezionista, inoltre, ha scoperto ben presto che le opere che gli erano state restituite, altro non erano che copie palesemente falsificate. All’uomo non è rimasto altro da fare che denunciare il tutto ai carabinieri. Il valore degli originali è stato stimato tra i 600 e i 1000 euro l’uno. I militari hanno denunciato il commerciante livornese ritenuto responsabile dei reati di truffa ed appropriazione indebita. Le ricerche avviate dai Carabinieri di Livorno e dai colleghi del Tpc di Firenze sono in corso al fine di verificare se le opere originali siano state immesse nel mercato nero dei collezionisti privati o presso rivenditori specializzati.

Riproduzione riservata ©