Porta a Mare, ecco il nuovo canale chic

Le opere sono ritenute fondamentali per la valorizzazione del porto turistico

Mediagallery

Due opere fondamentali per la riqualificazione del Porto Mediceo, appena terminate, verranno inaugurate nel complesso della Porta a Mare (via Primo Levi), in una cerimonia cui parteciperanno il commissario della Port Authority labronica, Giuliano Gallanti, e il direttore generale del gruppo IGD Daniele Cabuli, che interverrà in rappresentanza di Porta Medicea. Si tratta del nuovo canale della Bellana, completato nella sua prima parte, e del prolungamento dello sporgente del Molo Elba.
Il primo lotto della nuova via d’acqua compresa tra la Darsena Nuova e la passeggiata della Bellana è costato due milioni di euro e attraversa l’area dell’ex Cantiere Navale Luigi Orlando in adiacenza al cosiddetto “Scalo Umbria”, storica struttura di alaggio e varo di importanti navigli anche militari assemblati presso le officine. Il canale sarà attraversabile da tre ponti, che collegheranno due dei Sub ambiti (di cui uno realizzato e l’altro in corso di costruzione) previsti nel progetto si riqualificazione Porta a Mare. I tre ponti consentiranno l’utilizzo delle due passeggiate che si svilupperanno al suo contorno, diventando un luogo di incontro, relax e ristorazione. L’Authority ha già preparato il progetto definitivo del secondo lotto, che prolungherà il canale sino all’altezza del ponte di via Edda Fagni ed in seguito, a lavori ultimati, raggiungerà la Bellana.
Lo sporgente del Molo Elba, pontile storicamente usato dalla Toremar per la nave di Capraia, è costato invece 3,2 milioni di euro ed è stato prolungato di 150 metri sino a sfiorare le banchine dove sono attualmente ormeggiati i pontili galleggianti per il diporto, dividendo praticamente in due parti il Porto Mediceo. La parte a sud diventerà il Marina della Porta a Mare, quella a Nord rimarrà pubblica, con attracchi destinati alle crociere e ai traghetti. In testata al Molo Elba sarà posizionata la nuova stazione di rifornimento di carburante. Tutte e due le opere sono ritenute fondamentali per la valorizzazione del porto turistico: il prolungamento del Molo Elba ha di fatto la funzione di ridurre l’agitazione del moto ondoso e di difendere il Mediceo dalle mareggiate e dai venti di libeccio, mentre il nuovo Canale collegherà la Darsena Nuova alla Bellana

Riproduzione riservata ©