A piedi dal Papa per i disoccupati livornesi

Mediagallery

Lo aveva promesso ed è stato di parola. Nella mattinata del 27 giugno, Angelo De Divitiis, salentino ma livornese di adozione, è partito da piazza Grande destinazione San Pietro. Per lui nessun mezzo di locomozione, ma semplicemente i suoi piedi. Sarà un viaggio lungo e tormentato ma il 38enne non si darà per vinto. Il motivo di questa avventura? Chiedere un aiuto per tutti i disoccupati livornesi. A Papa Francesco porterà una lettera di Monsignor Giusti. L’arrivo, secondo il suo itinerario, è previsto per domenica 10 luglio.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # Marco

    Grazie Angelo a nome di tutti i livornesi in difficoltà che tra un tatuaggio ed un’apericena a calafuria attendono con ansia la benedizione del papa per aiutarli a trovare lavoro!

  2. # Giacomo

    Ottima ma soprattutto commovente iniziativa, auguri ragazzo!

  3. # Simone

    Via siamo a posto! Problema disoccupati: RISOLTO!

  4. # Lorenzo65

    33mila disoccupati nella sola Livorno, e c’è ancora chi dice che i disoccupati son tali perché certi lavori non li vogliono fare! Vergogna. Il lavoro vero ( quello che ti dava autonomia , dignità e possibilità di progettare il futuro) non c’è più !. Quel che resta son misere schiavitù occasionali, mal pagate, da caporalato alle quali devi pure dire grazie di avermi scelto !

  5. # amaranto67

    meglio di votà PD e aspetta che i problemi si risolvan da soli….

  6. # pier luca terreni

    ALTRE SOLUZIONI?

  7. # Alla Frutta

    E aggiungo… semmai chiamali all’i-phone da 900 euri per dirli com’è andata

  8. # mario cioni

    Signori in PIEDI! Nella foto un grande gesto di politica economica: “rimetto nelle tue mani il nostro progetto anti-disoccupazione costato notti e notti di studio, il miracolo!… oddio, anche una botta di fortuna non sarebbe da sputare.”

  9. # Aldo

    Emigrate!

  10. # Una lavoratrice

    Se hai bisogno di soldi intanto fai anche quelli…sennò vuol dire che non hai bisogno…..

  11. # Teseo

    Siamo in epoca di democrazia laica o ci si piglia in giro? Che senso ha portare le suppliche al papa? Siamo tornati qualche secolo indietro? Oppure con questo papa va bene perché somiglia (e piace) ai capitalisti evoluti che chiacchierano – tanto non costa nulla – e non ti regalano un centesimo che sia uno? Bah…

  12. # maurod

    Anche questo criticate. ma chi siete, negativi a ogni costo.
    Sicuramente non risolverà il problema e sicuramente ci vorranno altre idee, ma il contributo che darà sarà sensaltro positivo anche se di poco.
    Vi dovete vergognare personaggi dal segno meno!

  13. # LucaP

    Toh! Nella vita non si finisce mai di stupirsi: si viene a sapere che baldi uomini che sembrano nel pieno delle proprie forze vanno dal Papa a chiedere il lavoro invece dell’assoluzione dei propri peccati e in piu’ si viene a sapere che “Prima” esisteva il lavoro vero :quello che ti dava autonomia , dignità e possibilità di progettare il futuro. Peccato che “Prima” tra scioperi, manifestazioni, inni a rivoluzioni varie non ce ne siamo accorti!

  14. # Fabio

    Non dico tutti e 33000 ma almeno metà potevamo andare a seguito, così avrebbe fatto un po più di rumore come iniziativa. Complimenti al ragazzo ma da soli si va poco lontano,l’unione avrebbe fatto la forza.

  15. # MEDIOEVO

    l’affermazione “altre soluzione” vorrebe dire che per te chiedere la benedizione del papa è da considerarsi come una delle possibili soluzioni? Siamo messi benino.

  16. # Armando De Ratto

    Mi spiace per questi ragazzi che si illudono,ma la chiesa cosa pensano farà ?
    Loro si arricchiscono e hanno un potere,ma mai e poi mai lo usarenno per aiutare qualcuno,poi il Papa conta meno di zero è un burattino e dietro c’è chi tira i fili,un po come i capi di stato che alla fine contano ben poco dietro c’è chi decide per loro.

  17. # ettoro

    Con la lettera del Faraone Simone, il risultato é assicurato…vai.

  18. # stefanobolgheri

    ma come, siamo per l’accoglienza e l’integrazione e non c’è il lavoro per 33 mila…già…ma tra poco i nonni pensionati moriranno,forse diventerete più cattivi….

  19. # datore di lavoro

    e invece è la verità.
    lavapiatti e ora anche camerieri (che abbiano voglia di lavorare e di trottare) li trovi solo rumeni e albanesi. 10-20 anni fa c’era pieno di studenti universitari che volevano arrotondare lavorando la sera in un ristorante. Ora solo extracomunitari. La gente vuole la scrivania, l’aria condizionata, 13ma, 14ma e 1500 netti al mese.

I commenti sono chiusi.