Parcheggio di via Meyer? Pronto entro l’estate. Ztl: cambio orario. Centro soste più care

E per la sosta in centro arriva la proposta di aumentare la tariffa: due euro la prima mezz'ora

di letizia

Mediagallery

In sesta commissione consiliare si è tornati a parlare, ieri, di Ztl e Zsc, del parcheggio nell’area dell’ex deposito Atl (in foto) e delle tariffe relative alla sosta a pagamento. Come ha fatto sapere l’assessore alla mobilità Giuseppe Vece è intenzione dell’amministrazione comunale fare una gara per la disciplina della sosta nelle aree a traffico limitato e controllato, “poichè non è possibile estendere il contratto con Tirrenica mobilità”. Chi vincerà la gara dovrà occuparsi sia della segnaletica orizzontale sia di quella verticale. “L’idea è quella di partire entro questo mese con gli atti e il bando di gara – ha affermato Vece – per finire tra settembre e novembre. Sempre nella stessa gara prevediamo di assegnare anche la distribuzione anche dei 30.000 contrassegni”. Le tariffe della ztl e della zsc tuttavia non sono state ancora decise, sarà fatto anche questo in sede di gara, visto che non esiste ancora un piano economico finanziario. Eventuali modifiche (estensioni o riduzioni), ha fatto sapere ancora Vece, sono allo studio, al momento però non è stato deciso ancora niente.
VIA MARRADI PALI LUCETariffe più alte man mano che ci si avvicina con l’auto al centro- È questa una delle idee che l’amministrazione Cinque stelle ripete ormai da tempo. La prima mezz’ora di sosta in via Marradi, proprio per disincentivare il traffico privato, potrebbe costare 2 euro. Tariffe a basso costo potrebbero essere messe solamente in alcune zone periferiche o residenziali, tuttavia l’intenzione della giunta è quella di non mettere un’unica tariffa per tutta la città. “Sarebbe infatti difficile scegliere – ha dichiarato Edoardo Marchetti (M5S) – un criterio valido per ogni area. La tariffa dovrà essere calibrata sul tasso di commercio e sulle attrazioni che quella parte di città offre”. “Accanto alle strisce blu che ci saranno – è la polemica di Cristina Bini (Pd) – dovranno esserci nelle vicinanze anche stalli non a pagamento nelle vicinanze, così come è previsto da una circolare del Ministero delle Infrastrutture”. “Una recente sentenza del Consiglio di stato – è stata la risposta di Vece – ha sancito la derogabilità della norma, come è già stato fatto in altri comuni”. Il consigliere di Livorno libera Giuseppe Grillotti invita alla prudenza: “È vero che la norma sugli stalli blu può essere derogata, nonostante ciò chiederei di fare tutti questi cambiamenti in modo graduale, se si agisce in modo così radicale si corre il rischio che le persone non accettino niente di quello che viene fatto”.
Parcheggio Via Meyer- Nel corso dell’estate, non appena saranno terminati i lavori che comunque devono ancora iniziare, dovrebbe aprire il parcheggio nell’ex deposito Ctt di via Meyer: “Sarà a pagamento, non sarà però applicata – è la direzione emersa ieri in commissione – una ztl telecamere venezia (7)tariffa progressiva bensì ”un parcheggio con un numero di ore predefinito – ha detto Vece – visto che si pensa che quella all’interno dell’ex deposito non sarà una sosta breve. Tutto questo però andrà studiato e concordato con chi andrà a gestire il parcheggio”.
Doppia multa Ztl Venezia- Una mozione di Buongiorno Livorno ha sollevato la questione della doppia sanzione per chi entra erroneamente nella zona a traffico limitato. Dopo che la polizia municipale ha richiesto un parere al Ministero, ora l’assessore alla mobilità ha fatto sapere che l’idea è quella di applicare un’unica multa: “Stiamo pensando di dare un comporto di 15 minuti per chi entra ed esce dall’area sottoposta a ztl. Inoltre sarà variato l’orario della limitazione di circolazione che sarà attiva dalle 20 alle 5 e non più dalle 20 alle 7:30”.

Riproduzione riservata ©