Parcheggi viale Italia: “Sindaco, ascoltaci”

Mediagallery

“Abbiamo chiesto un incontro urgente al sindaco per parlare dei parcheggi su viale Italia e proporre le nostre alternative” esordisce così Gianfranco Giachetti, presidente provinciale Sib Confcommercio, il sindacato che rappresenta gli stabilimenti balneari. “Leggiamo sul giornale di nuovi bus, di un parcheggio in via Meyer, di ciclopiste. Credo che le categorie economiche – e qui non mi riferisco soltanto agli stabilimenti balneari – non dovrebbero apprendere delle decisioni dell’Amministrazione dai quotidiani, mi aspetterei piuttosto che venissero convocate, informate, consultate direttamente dagli assessorati competenti. Oltre alle questioni di metodo, mi chiedo poi se una famiglia – e spesso si tratta di un solo genitore che va al mare con più bimbi, giocattoli, materassini- riuscirà veramente a usare tutti i giorni l’autobus. Le corse attualmente sono poche, soprattutto la sera, e i livornesi, per tradizione, stanno al mare fino a dopo cena. E’ una tradizione che ci terremmo a conservare, e che oltre a fare felici tanti concittadini con i tramonti incredibili che abbiamo, alimenta l’economia dei ristoranti, dei bar, dei locali, degli stabilimenti. E gli anziani? Cerchiamo di non creare barriere ai cittadini che tradizionalmente frequentano la nostra costa”.
Studiamo insieme la forma più corretta – aggiunge il direttore di Confcommercio Franco Marinoni – eventualmente considerando soluzioni già applicate da altre amministrazioni. A Tirrenia durante la stagione balneare la sosta è a pagamento solo nei fine settimana e nei festivi e prefestivi, con due zone a sistemi di tariffazione diversa. Non siamo mai stati chiusi alle novità, nemmeno a quelle che a prima vista sembrano svantaggiare commercianti e operatori turistici. La vivibilità del centro e del lungomare, così come la sostenibilità del sistema dei trasporti interessa anche agli imprenditori. L’importante è trovare le forme che non pregiudichino lo sviluppo economico e la ripresa del territorio”.

Riproduzione riservata ©