Padre Bezzi: “A Montenero pregherò per i Marò”

Mediagallery

di Roberto Olivato

Una curiosa coincidenza l’odierna  ricorrenza  del 25 aprile festa della Liberazione che cade nel giorno della festività dell’evangelista San Marco. La concomitanza delle due festività  sembra siano state abbinate da uno scherzo del destino. San Marco, patrono di Venezia,  ci porta a pensare anche al Reggimento della Marina Militare che del santo porta il nome e quindi torna facile e d’obbligo, parlare ancora dei due nostri Marò il cui caso non è ancora chiuso e questa è la quarta commemorazione della guerra di Liberazione che per loro sembra non arrivare mai. A riportare l’attenzione su questa assurda vicenda è padre Gabriele Bezzi, parroco dei Santi Pietro e Paolo ed ex cappellano militare del S.Marco. “Questa mattina, 25 aprile, salirò di corsa a Montenero e pregherò per Massimiliano Girone e Salvatore Latorre, perché si giunga al più presto alla soluzione della vicenda che ormai ha superato ogni limite della decenza”. L’impegno di padre Gabriele sulla liberazione dei due nostri militari è costante sin dal giorno del loro fermo, perché come lui ama dire, ricordando il suo passato nel Reggimento S.Marco “ Marò per un giorno, marò per tutta la vita!”.

Riproduzione riservata ©