Operazione “Fuorigioco”, indagato anche Spinelli La replica della società: “Tutto chiarito”

Mediagallery

Il mondo del pallone continua a far parlare di sé anche per fatti esterni allo sport. La guardia di finanza, con un’operazione denominata “Fuorigioco”, sta eseguendo un decreto di perquisizione e sequestro nei confronti di 64 persone tra cui massimi dirigenti, calciatori e procuratori di squadre di calcio di serie A e B. L’accusa, secondo i pm della procura di Napoli Danilo De Simone, Stefano Capuano e Vincenzo Ranieri, coordinati dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli, è quella di evasione fiscale e false fatturazioni. Nel mirino delle fiamme gialle sono finiti personaggi illustri come Galliani, De Laurentiis e Lotito. Tra i 37 dirigenti indagati spunta anche il nome di Aldo Spinelli, fresco di dimissioni dal cda della società amaranto (clicca qui). La società, tuttavia, tramite un comunicato stampa ha fatto sapere che ” la posizone della società amaranto, attinente la procura del calciatore Tavano, è già stata sanata con l’agenzia delle entrate di Livorno”.

Riproduzione riservata ©